Gli USA rubano 36 camion cisterna di petrolio in Siria. I siriani protestano per la presenza turca e americana

Gli USA rubano 36 camion cisterna di petrolio in Siria. I siriani protestano per la presenza turca e americana

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


La Siria nord-orientale, sede della stragrande maggioranza del petrolio del paese, è anche il luogo in cui si concentrano la maggior parte delle truppe statunitensi. Damasco ha ripetutamente accusato le forze statunitensi ed i suoi alleati curdi rubare il petrolio della nazione, con l'intelligence che ha confermato la spedizione di decine di milioni di dollari di oro nero fuori dal paese ogni mese.


 
Un convoglio di 35 autocisterne dalla regione di Jazira, nel nord-est della Siria, è uscito dal paese verso il nord dell'Iraq, ha riferito l' agenzia di stampa araba siriana , citando fonti locali. Il convoglio avrebbe lasciato la provincia di Hasaka mercoledì sera.
 
Insieme all'esportazione illegale di petrolio siriano, si dice che le forze statunitensi abbiano portato sei veicoli militari che trasportavano 50 soldati dall'Iraq in Siria, con le forze che rinforzavano la presenza degli Stati Uniti nell'improvviso aeroporto di Kharab al-Jeer nel nord-est di Hasaka.
 
Intanto, i residenti del villaggio di Tal Sateeh sono scesi in piazza ieri  nella campagna di Qamishli, portando bandiere nazionali, ritratti del presidente siriano e cartelli che chiedevano che le forze turche e di "occupazione sionista statunitense" si ritirassero immediatamente dalla regione, e di smettirla di saccheggiare la loro terra, il petrolio e il grano.
 
 
 
Le proteste dei residenti locali sono aumentate da un mese dopo che un soldato dell'esercito siriano è stato ucciso a un posto di blocco vicino al villaggio di Tal Al-Zahab.
 
Gli Stati Uniti hanno rafforzato la loro presenza in Siria nelle ultime settimane, nonostante le promesse del presidente Trump di ritirarsi dal paese dilaniato dalla guerra alla fine dell'anno scorso. 
 

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Il marcio del finto sindacato viene alla luce di Savino Balzano Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico di Pasquale Cicalese Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

Il Reddito di cittadinanza e la distruzione del lavoro pubblico

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti