Hersh: il sabotaggio del Nord Stream metterebbe Biden nella "lista dei presidenti degli Stati Uniti più stupidi del dopoguerra"

Hersh: il sabotaggio del Nord Stream metterebbe Biden nella "lista dei presidenti degli Stati Uniti più stupidi del dopoguerra"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, avrebbe ordinato il sabotaggio dei gasdotti Nord Stream per ottenere un più ampio sostegno da parte della comunità europea di fronte al conflitto in Ucraina, ha ribadito ieri, il giornalista investigativo americano Seymour Hersh in un intervista al quotidiano Tichys Einblick.

"Facendo saltare in aria gli oleodotti, Biden diceva agli europei: 'Mi manca il vostro sostegno. Temo che se arriviamo a un'impasse con la Russia, potreste vacillare'", ha spiegato Hersh, aggiungendo che per il presidente era il "modo di dire: 'Ho bisogno di più soldi dai partner della NATO, forse anche truppe, soprattutto dalla Germania. Allo stesso tempo, ha detto, Biden voleva creare una minaccia per impedire a Mosca di lanciare la sua operazione militare speciale. 

Il giornalista ha sostenuto che sebbene l'opinione pubblica statunitense abbia inizialmente approvato il sostegno fornito dal suo governo a Kiev, il conflitto è diventato sempre più "impopolare", quindi il presidente "ha a malapena soldi da dare" a Kiev. "E se l'economia non cresce, oltre all'inflazione, agli alti tassi di interesse, ai fallimenti bancari, sarà difficile anche per Biden", ha ricordato.

Secondo Hersh, la decisione di far saltare i gasdotti potrebbe inserire il presidente Usa nella "lista dei presidenti Usa più stupidi del dopoguerra". "Far saltare la fornitura di gas di un alleato, in modo che il cancelliere tedesco [Olaf Scholz] ora abbia problemi a mantenere le stanze dei suoi cittadini prospere e calde, non è intelligente", ha sottolineato.

Allo stesso tempo, ha fatto riferimento alla dipendenza delle nazioni dell'Europa occidentale dalle materie prime di altri paesi e all'insoddisfazione di Washington per il fatto di averle acquistate dalla Russia. "Dagli anni '60, gli Stati Uniti si sono lamentati del fatto che la Russia fosse in grado di vendere petrolio e gas all'Europa occidentale. Dal punto di vista statunitense,  i russi utilizzavano il gas per ridurre il sostegno europeo alla NATO e agli Stati Uniti", ha precisato.

L'Ucraina non sarà un membro della NATO, secondo Hersh

Riguardo a ciò che Mosca cerca con la sua operazione, il giornalista ha sottolineato, riferendosi alle sue fonti, che la Russia si siederebbe a negoziare solo se il Paese vicino "smilitarizzasse in larga misura", cosa che però "non sarebbe accettabile per Kyiv". "Questo è il problema".

Riguardo all'ingresso dell'Ucraina nella Nato, il premio Pulitzer ha detto di "non credere" che ciò accadrà, nonostante le numerose dichiarazioni del segretario generale dell'Alleanza, Jens Stoltenberg, favorevoli al suo ingresso. "La maggior parte di ciò che dice Stoltenberg non è altro che un torrente di invettive contro la Russia", secondo il reporter.

"Nessun giornale ne parlerebbe"

Discutendo della reazione dei media statunitensi al suo resoconto secondo cui i sommozzatori della Marina americana hanno piazzato gli esplosivi sotto gli oleodotti del Nord Stream, il giornalista ha affermato che la stampa statunitense "si trova in una situazione terribile".

"La tesi che gli Stati Uniti possano essere responsabili dell'esplosione non è terra di nessuno. Nessun giornale la accennerebbe nemmeno come possibilità. Ma se si escludono Russia e Ucraina come colpevoli, si resta con due sospetti: uno è la Germania, l'altra l'altro sono gli Stati Uniti. Ma negli Stati Uniti, sfortunatamente, non siamo nella posizione di parlarne apertamente", ha concluso.

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Gli "utili idioti" del sistema? di Leonardo Sinigaglia Gli "utili idioti" del sistema?

Gli "utili idioti" del sistema?

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

La Hybris umana e il miraggio della Pace di Giuseppe Masala La Hybris umana e il miraggio della Pace

La Hybris umana e il miraggio della Pace

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Tassare i ricchi di Michele Blanco Tassare i ricchi

Tassare i ricchi

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti