Il vaccino anti-covid sia gestito dalla politica e non dalle multinazionali

Il vaccino anti-covid sia gestito dalla politica e non dalle multinazionali

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



di Giorgio Cremaschi 


Il blocco a Oxford delle sperimentazioni sul vaccino anti Covid, fa riemergere una questione prioritaria per la nostra stessa civiltà. Può la corsa mondiale al vaccino essere guidata dagli interessi economici delle multinazionali del farmaco e da quelli di potere dei governanti? Non é questa una vergogna ed un danno per tutta l’umanità?

Negli anni cinquanta del secolo scorso Jonas Salk, figlio di ebrei immigrati negli USA , inventò il primo vaccino contro la poliomielite, poi sarebbe seguito quello di Albert Sabin, anc’egli ebreo immigrato.

Lo scienziato a cui si deve la prima sconfitta e poi la sostanziale scomparsa di una malattia che faceva strage innanzitutto di bambini, come ricordano quelli della mia generazione che avevano sempre in classe almeno un compagno paralitico, Jonas Salk rifiutò di brevettare il suo vaccino. A chi gli chiedeva perché avesse rinunciato ad un ricchezza di sette miliardi di dollari, di allora, egli rispose : “Non si può brevettare il sole”.



Anche Albert Sabin, che scoprì l’altro vaccino contro la polio, poi il più usato, rifiutò di brevettarlo. Anzi siccome all’inizio il governo degli Stati Uniti gli preferì quello di Salk, Sabin fece dono del suo vaccino all’Unione Sovietica, attirandosi le accuse di essere un nemico della patria.

A chi gli chiedeva per quale ragione avesse anch’egli rinunciato agli enormi proventi del brevetto, Sabin rispose: “ Ho voluto donarlo ai bambini del mondo.”

Salk e Sabin non si amavano, ma avevano la stessa concezione solidale del mondo e della umanità. Oggi questa concezione viene disprezzata e offesa dalla corsa mondiale al vaccino, che come spesso affermano con cinica compiacenza i mass media, è corsa all’oro e scontro di potenze.

Oggi chi comanda vuole guadagnare soldi e potere sulla salute, anche su quella dei bambini, perché da decenni la nostra vita è soggiogata dal mercato, dagli affari, dal capitalismo liberista. Nel mondo tanto più ricco e tecnologico quanto meno civile di oggi, gesti come quelli di Salk e Sabin non sarebbero permessi.

Ma noi non possiamo e dobbiamo rassegnarci alla barbarie, dobbiamo pretendere che il vaccino per il Covid sia una conquista dell’umanità alla quale ogni essere umano possa accedere gratuitamente, senza altro guadagno che per la salute pubblica. Dobbiamo fermare quelli che vogliono brevettare il sole.

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Meloni al contrattacco di Pasquale Cicalese Meloni al contrattacco

Meloni al contrattacco

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti