Iran ingegnoso: come la Repubblica Islamica ha trasformato i Tomcat F-14 in bombardieri

Iran ingegnoso: come la Repubblica Islamica ha trasformato i Tomcat F-14 in bombardieri

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Quasi 30 anni fa, l'aviazione iraniana ha modificato i suoi caccia F-14 Tomcat costruiti negli Stati Uniti per trasportare ordigni aria-terra, inclusa, in un caso spettacolare, una massiccia bomba da 3,5 tonnellate, scrive la pubblicazione statunitense The National Interest sottolineando il grande ingegno dell’industria iraniana. 

 

Così Teheran ha effettivamente ispirato l'idea di equipaggiare gli F-14 bimotore ad ala oscillante come bombardieri. L'Iran e l'Iraq hanno combattuto una sanguinosa guerra tra il 1980 e il 1988.

 

I più noti intercettori e jet da ricognizione dell'Iraq sono stati anche i suoi bombardieri più prolifici. Il MiG-25 Foxbat di Baghdad fornito dai sovietici poteva trasportare bombe a caduta libera e raggiungere ancora Mach 2.5 a 60.000 piedi.

 

Usando il vantaggio della velocità e dell'altitudine, un MiG-25RB potrebbe rilasciare le sue bombe a 50 chilometri dal bersaglio e accelerare fino a Mach 3 per il ritorno alla base.

 

Gli iraniani cercavano disperatamente di fermare i Foxbats. Prepararono imboscate lungo probabili rotte di avvicinamento con missili terra-aria HQ-7 cinesi e I-Hawk di fabbricazione americana. Esaminarono persino i MiG-25 siriani sperando in informazioni su possibili difese.

 

Ma nonostante tutti i loro sforzi, gli iraniani non hanno mai potuto contrastare i bombardieri iracheni MiG-25. L'Iran ha abbattuto alcuni MiG-25, ma solo per pura fortuna.

 

Nel 1983, l'Air Force della Repubblica Islamica dell'Iran decise che se non poteva fermare i Foxbats, ma avrebbe dovuto almeno avere un'arma equivalente. I cacciabombardieri F-4 Phantom iraniani potevano trasportare un carico pesante ad alta quota, ma solo a velocità ridotta.

 

E i vecchi Phantom erano privi di sofisticati computer per lanciare le bombe il che rendeva inaccurate le cadute a lungo raggio.

 

L'Iran aveva acquisito 79 dei potenti F-14 prima della rivoluzione islamica del 1979 che portò Teheran e Washington a interrompere i rapporti. Il Tomcat ha un canale centrale sotto la fusoliera che riduce l'effetto di resistenza da grandi carichi di bombe.

 

L'F-14 ha anche un computer molto più potente dell'F-4, il che significa che gli ingegneri di Teheran poterono modificare i Tomcat con algoritmi per lo sganciamento automatico delle bombe. Quello che mancava agli F-14 iraniani erano i portabombe. Ma questo problema fu risolto grazie all’ingegno iraniano.

 

Tre decenni dopo, l'IRIAF mostra nuovamente interesse nell'usare i Tomcat come cacciabombardieri. Gli F-14 iraniani hanno partecipato a recenti esercitazioni di artiglieria aria-terra e il comando dell'aeronautica ha annunciato l'integrazione di nuove armi da attacco terrestre sui classici caccia.

 

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Studiate la storia se non volete diventare come Cingolani di Giorgio Cremaschi Studiate la storia se non volete diventare come Cingolani

Studiate la storia se non volete diventare come Cingolani

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Ti do un bonus... se non ti ammali! di Savino Balzano Ti do un bonus... se non ti ammali!

Ti do un bonus... se non ti ammali!

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Cuba. 25 novembre, un fiore per Fidel di Roberto Cursi Cuba. 25 novembre, un fiore per Fidel

Cuba. 25 novembre, un fiore per Fidel

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti