Iran: Possono aver "tagliato" la mano di Soleimani, ma agli Stati Uniti sarà "amputata la gamba" nella regione

Iran: Possono aver "tagliato" la mano di Soleimani, ma agli Stati Uniti sarà "amputata la gamba" nella regione

Questa notte l'Iran ha attaccato con decine di missili balistici due basi aeree irachene che ospitano le truppe statunitensi, in risposta all'assassinio di Soleimani

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il presidente iraniano Hasan Rohani ha dichiarato che Washington potrebbe aver "tagliato" la mano del generale Qasem Soleimani, ma in risposta agli Stati Uniti sarà amputata la gamba nella regione, riferisce l'agenzia iraniana Fars.


 
Il presidente iraniano ha rilasciato queste dichiarazioni poche ore dopo che il paese persiano ha attaccato due basi aeree irachene che ospitano truppe statunitensi, in risposta all'assassinio di Soleimani. Le guardie rivoluzionarie iraniane hanno dichiarato che l'operazione 'Martire Soleimani' mirava alla "la base del terrorismo americano e delle forze di invasione".
 
Ha anche minacciato di attaccare gli alleati di Washington nella regione, in particolare Kuwait, Bahrain, Arabia Saudita, Giordania e Israele, se gli Stati Uniti intraprendono un'azione aggressiva.
 
Diversi media iraniani hanno  affermato che  circa  80 persone sarebbero morte  dopo questi attacchi, mentre le stratture militari statunitensi. Sono stati "gravemente danneggiate". Hanno anche indicato che Teheran ha altri 100 obiettivi pronti se Washington decide di intraprendere qualche azione di ritorsione.
 
Dopo gli attacchi, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato: "Va tutto bene!", annunciando che si sta valutando il danno causato dagli attacchi. "Abbiamo l'esercito più potente e meglio equipaggiato del mondo!", si è vantato sul suo account Twitter il presidente degli Stati Uniti.
 
 

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori? di Savino Balzano Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il sindacato quando scenderà in piazza per i lavoratori?

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni di Thomas Fazi Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il paradosso dell'antifascismo di oggi a San Giovanni

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta di Antonio Di Siena Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

Polizia, fascisti e Cgil: 3 domande senza risposta

La violenza di Schrodinger di Gilberto Trombetta La violenza di Schrodinger

La violenza di Schrodinger

La rabbia sociale non è fascismo di Michelangelo Severgnini La rabbia sociale non è fascismo

La rabbia sociale non è fascismo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti