Julian Assange nominato per il Premio Nobel per la Pace

Julian Assange nominato per il Premio Nobel per la Pace

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

L'eurodeputato tedesco Martin Sonnenborn ha nominato Julian Assange per il Premio Nobel per la pace "per la sua lotta per i diritti umani, la democrazia e la libertà di stampa".

Ritiene inoltre che il suo contributo abbia favorito "il progresso della pace e della riconciliazione, della democrazia e dei diritti umani in Europa".

Il Norwegian Nobel Institute che conferisce il premio mondiale ha confermato che la candidatura di Assange è stata presentata con successo.

L'anno scorso, il comitato per il Nobel è stato criticato per "omissione" dopo aver escluso Assange come vincitore del Premio per la Pace assegnato poi ai giornalisti Maria Resa e Dmitry Muratov.

Hanno ricevuto il premio per "gli sforzi per salvaguardare la libertà di espressione", che secondo il comitato è "una precondizione per la democrazia e una pace duratura".

Ma l'ex presidente del comitato del Premio Nobel per la pace ed ex primo ministro norvegese Thorberg Jagland ha ribadito che il premio "deve aumentare la pressione sulla richiesta di rilasciare Assange e perdonare Edward Snowden".

Va ricordato che Assange rischia 175 anni nelle carceri statunitensi ai sensi del draconiano Espionage Act dopo aver rivelato crimini e atrocità commessi da Washington e Londra in Iraq, Afghanistan e altri paesi.

Vari gruppi per la libertà di stampa denunciano che Assange è soggetto a "procedimenti politici" per aver pubblicato dettagli che smascherano le élite ricche e potenti del mondo.

"L'anno scorso è stato rivelato che spie americane e britanniche erano colluse in un presunto complotto della Casa Bianca per uccidere Assange per le strade di Londra", aveva riportato il Morning Star.

Nonostante ciò, un tribunale britannico ha stabilito che gli Stati Uniti potrebbero estradarlo per essere processato lì, annullando una precedente decisione che bloccava una tale mossa sulla base del rischio di suicidio.

La scorsa settimana l'Alta Corte gli ha concesso di appellarsi contro l'estradizione alla Corte Suprema, che deve accettare il caso prima di poter procedere.

La corte potrebbe impiegare mesi per decidere se ascoltare le argomentazioni di Assange. Nel frattempo, la sua salute mentale continua a peggiorare.

Il relatore speciale dell'Onu, Nils Melzer, ha definito “tortura” le condizioni in cui è detenuto.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti