La bufala di “Caesar” in mostra al Senato?

La bufala di “Caesar” in mostra al Senato?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Dovrebbe approdare al Senato (per l’interessamento del parlamentare PD Luigi Manconi Presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani) la mostra delle “Foto di Caesar”: il sedicente “fotografo della Polizia di Assad incaricato di fotografare i prigionieri poco dopo la loro esecuzione”. Un evidente falso, oramai considerato tale persino da membri del Congresso USA,  - già analizzato nei suoi svariati aspetti (si veda qui, qui, qui,…) - e che un recente libro, pubblicato anche in Italia, ha cercato maldestramente di riabilitare.
 
Un evidente falso che proprio in questi giorni è stato ulteriormente sbugiardato dal Report “The Caesar Photo Fraud”  redatto da Rick Sterling (pubblicato nel sito CounterPunch e sintetizzato in italiano nel sito Comedonchisciotte) e dalla davvero esaustiva indagine (siamo già alla settima puntata!), condotta da un team di ricercatori coordinato da Adam Larson e pubblicata sul sito libyancivilwar.
 
La mole delle documentazioni che evidenziano le incongruenze e le falsità che costellano l’”Operazione Caesar” (finanziata, si badi bene, dal governo del Qatar) meriterebbe ormai un chilometrico articolo. Meglio, quindi – attingendoli dai Report di Sterling  e di Larson – limitarci qui a segnalare un video che documenta coloro che, davvero, sono raffigurati nelle “foto di Caesar” e una faccenda davvero grottesca: quella del sito “pro ribelli” SAFMCD che supporta l’”Operazione Caesar”, raccattando un po’ dovunque foto di morti; foto, tra l’altro, che il SAFMCD filigrana con il proprio logo, nella verosimile speranza di farsi pagare il copyright se qualcuno va a ripubblicarle sul web o su stampa..
 
E tra le numerose (e spesso, raccapriccianti) che affollano il sito del SAFMCD, due foto non possono che sbalordire: mostrano, inequivocabilmente, due degenti in qualche ospedale, ai quali, dopo la loro morte è stato apposto sulla fronte l’etichetta per la morgue. Etichetta che, ovviamente, è stata resa illeggibile dai redattori del SAFMCD. Magari così riescono meglio a vendere le foto a qualche giornalista. 
 
Francesco Santoianni

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti