World Affairs/La quarta nave cisterna iraniana arriva a destinazione in Venezue...

La quarta nave cisterna iraniana arriva a destinazione in Venezuela

 

La quarta delle cinque petroliere iraniane inviate in Venezuela, Faxon, carica di benzina e componenti di raffinazione, è arrivata nel paese sudamericano.


Secondo i dati forniti dal monitoraggio delle navi Refinitiv Eikon, la nave cisterna è arrivata intorno alle 21:12 (ora locale) ieri sotto la custodia del porto di destinazione che serve la raffineria di Puerto La Cruz della compagnia statale Petroleos de Venezuela (PDVSA).

 
Faxon è entrato alle 22:15 (ora locale) di mercoledì nelle acque giurisdizionali della penisola di Paraguaná, nello stato di Falcón, situato nel nord-ovest del Venezuela, scortato dalla fregata Guaquerí PO11 della Forza armata nazionale bolivariana (FANB).
 
Un totale di cinque petroliere iraniane sono partite per il Venezuela con 1,5 milioni di barili di benzina. Con la Faxon sono ora già quattro in Venezuela: "Fortune", che è attraccata lunedì scorso nel porto della raffineria di El Palito ; "Forest", la secondo, martedì nel porto di Punta Cardón, e la terzo, "Petunia", attraccato mercoledì nel porto di Cabello, situato nello stato di Carabobo.
 
 
 
 
L'ultima petroliera, di nome Clavel, entrerà nelle acque territoriali del Venezuela il prossimo lunedì, come riportato dal corrispondente della rete televisiva locale Telesur , Madelein García, sul suo account Twitter.
Tutte le imbaecazioni sono state scortate dall'esercito e dall'aviazione dell'esercito del paese caraibico, dopo che gli Stati Uniti hanno minacciato di usare la forza per impedire alle navi iraniane di raggiungere le coste venezuelane.
 
 
 
 
Sebbene  l'amministrazione americana, presieduta da Donald Trump, attraverso intimidazioni e minacce di ogni genere, abbia impedito a molti paesi di avvicinarsi al Venezuela, Teheran senza esitazione e con determinazione, ha fornito supporto incondizionato a Caracas al fine di mitigare gli effetti del blocco economico di Washington, che ha causato una grave carenza di carburante nella nazione caraibica. 
 
È la prima volta che l'Iran esporta carburante in America Latina e lo fa nel quadro dell'alleanza tra Teheran e Caracas, che cerca di aiutare il Venezuela di fronte  misure coercitive statunitensi che mirano rovesciare il governo del legittimo presidente del Paese sudamericano, Nicolás Maduro.
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa