/ La Russia ha già venduto armi a 43 paesi per un valore di 11 mili...

La Russia ha già venduto armi a 43 paesi per un valore di 11 miliardi di dollari nel 2019

 
Il consorzio russo Rosoboronexport, tra l'altro, ha firmato oltre 800 contratti per consegne future.

 
L'esportatore ufficiale russo di armi, Rosoboronexport, ha venduto attrezzature militari per un valore di 11 miliardi di dollari a 43 paesi nei primi 10 mesi del 2019, secondo il CEO del consorzio, Alexánder Mijéyev.
 
Inoltre, Rosoboronexport ha firmato più di 800 contratti per consegne future, ha aggiunto il manager, chiarendo che i risultati non sono ancora definitivi, dal momento che mancano ancora due mesi alla fine dell'anno.

 
Nel frattempo, il portafoglio ordini della società "rimane al livello di quasi $ 50 miliardi", che garantisce lavoro per le aziende del settore della difesa russa per "diversi anni", ha spiegato Miyeyev.
 
I potenziali "successi nelle vendite"
 
Una dichiarazione del consorzio descrive in dettaglio i potenziali "successi delle vendite" sul mercato che Rosoboronexport offre ai clienti stranieri, come il caccia Su-57E di quinta generazione, o gli elicotteri Mi-28NE e Mi-171Sh modernizzati. Le nuove offerte di quest'anno includono i lanciarazzi multipli Tornado-S (MLRS), le munizioni per l'MLRS e il sistema missilistico tattico costiero Rubezh-ME.
 
Il direttore del consorzio ha anche osservato che la Russia ha completato la consegna di tutti i componenti dei sistemi S-400 in Turchia prima del previsto, nonostante le pressioni degli Stati Uniti ad Ankara.
 
In questo modo, Rosoboronexport continua a rafforzare la propria posizione nel mercato globale delle armi ed è in grado di lavorare efficacemente "anche sotto l'estrema pressione dei concorrenti", introducendo con successo strumenti finanziari che cooperano con i suoi partner rimangono "indipendenti da fattori esterni sfavorevoli", ha concluso Mikheyev.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa