La Russia sta inviando in Siria un sistema missilistico anticarro da usare contro le truppe turche

La Russia sta inviando in Siria un sistema missilistico anticarro da usare contro le truppe turche

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


L'esercito russo sta inviando un altro sistema missilistico in Siria in seguito alle notizie sull'accumulo di veicoli corazzati della Turchia all'interno della Repubblica araba, secondo quanto riportato ieri da Avia.Pro .


 
“Secondo quanto riportato dai media che si riferiscono a dichiarazioni del dipartimento della difesa russo, l'esercito russo ha inviato 'ripper' di carri armati turchi e veicoli blindati in Siria, che saranno testati sul territorio della Repubblica araba siriana sotto il controllo dell'esercito russo. Uno di questi complessi può distruggere simultaneamente fino a 10 veicoli corazzati nemici da una distanza massima di 100 chilometri, il che consentirà all'esercito siriano di distruggere diverse centinaia di carri armati turchi e cannoni semoventi in poche ore ", si legge su Avia.Pro.
 
Nel frattempo, secondo la pubblicazione vietnamita Soha , "il sistema d'arma guidato ad alta precisione Hermes con un raggio di tiro fino a 100 km, presentato di recente per la prima volta, viene inviato da una rotta diretta in Siria".
 
Aggiungono che “la precisione dei missili, utilizzati principalmente per distruggere i carri armati nemici, è fornita da un sistema radar di navigazione multifunzionale, che include anche apparecchiature di comunicazione e navigazione e due UAV. Hermes era infatti presente in Siria, ma questa è una variante dell'aeronautica militare Hermes-A con un raggio di circa 30 km, anche una cifra molto impressionante per i missili anticarro (il concorrente più vicino è Spike NLOS. Israele, fino a 20 -25 km). "
 
Questi rapporti arrivano nello stesso momento in cui il ministro della Difesa russo, Sergei Shoigu, ha affermato che il suo paese sta schierando un nuovo sistema di bombardamenti sui suoi aerei da guerra dopo il suo successo in Siria.
 
 
 

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle di Paolo Desogus Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Putin ha preso la decisione di Marinella Mondaini Putin ha preso la decisione

Putin ha preso la decisione

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International... di Savino Balzano Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass: si o no? di Alberto Fazolo Green Pass: si o no?

Green Pass: si o no?

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa di Antonio Di Siena Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"... di Gilberto Trombetta Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti