La Siria punta a causare autodistruzione degli F15 di Israele con sistema russo?

La Siria punta a causare autodistruzione degli F15 di Israele con sistema russo?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il portale russo specializzato sui temi dell'aviazione militare Avia.pro. ha riferito, oggi, che il comandante delle forze aeree israeliane, Amikam Norkin, ha dato l'ordine di sospendere tutti i voli di addestramento, dopo l'incidente che un caccia biposto F-15 stava per subire a bassa quota nel deserto del Negev, nel sud dei territori palestinesi occupati. I dati preliminari indicano che la ragione di questa decisione è radicata nell'interferenza nel funzionamento dei sistemi dei jet da  combattimento israeliani.

"I sistemi di guerra elettronica non identificati si trovano nella parte meridionale della Siria, che, ovviamente, ha apportato modifiche al funzionamento dei sistemi a bordo dei caccia israeliani", ha precisato il portale russo.

Avia.pro ha anche spiegato che quello che è successo con il caccia F-15 israeliano non ha nulla a che fare con un errore del pilota, inoltre i sistemi hanno effettivamente mostrato che l'aereo si trovava a una quota molto più alta. Quindi, cosa ha causato l'"autodistruzione" del aereo? 

Un problema simile è stato identificato con altri aerei israeliani, i cui voli sono ora interrotti, aggiunge la fonte. Secondo gli esperti citati dal media, a condizione di anonimato, questa situazione si chiama spoofing, che consiste nel trasferire dati falsi ai sistemi di bordo di un aeromobile e falsificare le informazioni che indicano l'altitudine del volo.

Considerando la distanza tra i confini siriani e i territori occupati palestinesi, sembra che solo potenti sistemi di guerra elettronica possano causare tale interferenza nei sistemi israeliani, quindi esiste la possibilità che l'esercito siriano abbia utilizzato sistemi russi.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Putin ha preso la decisione di Marinella Mondaini Putin ha preso la decisione

Putin ha preso la decisione

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International... di Savino Balzano Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

La situazione Nato-Russia precipita di Giuseppe Masala La situazione Nato-Russia precipita

La situazione Nato-Russia precipita

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa di Antonio Di Siena Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Prima che sia troppo tardi per chiedere scusa

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"... di Gilberto Trombetta Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti