World Affairs/L'ambasciatore cubano in Iran: «Il governo degli Stati Uniti è la...

L'ambasciatore cubano in Iran: «Il governo degli Stati Uniti è la più grande minaccia al sistema internazionale»

 
 

"Il governo degli Stati Uniti è la più grande minaccia al sistema internazionale, interferisce quotidianamente con gli affari interni e aumenta la violenza e agisce contro tutti i paesi che gli dicono di no", ha affermato l'ambasciatore cubano a Teheran, Alexis Bandrich Vega, nella quinta edizione di una tavola rotonda sulla lotta contro l'imperialismo nel mondo.

 

Il capo della missione diplomatica cubana ha anche avvertito che "c'è una crisi di multilateralismo che minaccia il sistema delle Nazioni Unite, stanno arrivando tempi più difficili, gli sforzi coordinati di tutte le forze antimperialiste saranno decisivi".

 

All'evento, organizzato da un'associazione di studenti dell'Università di Teheran, hanno partecipato gli ambasciatori di Venezuela, Cuba, Bolivia e Nicaragua, che fanno parte dell'Alleanza Bolivariana per i Popoli della Nostra America - Trattato di Commercio dei Popoli (ALBA- TCP), che condividono con l'Iran la stessa visione sulla lotta contro l'imperialismo nel mondo.

 

Bandrich ha sottolineato che Cuba ha recitato in un'importante mobilitazione contro le politiche imperialiste e ha assicurato che non si arrenderà mai agli Stati Uniti, nonostante la ripresa del blocco, che ora "non consente l'ingresso di cibo o carburante" sull'isola.

 

Dal 1962, Washington ha imposto un blocco economico contro l'isola per forzare un cambio di governo. Nonostante l'apparente miglioramento delle relazioni tra i due paesi durante l'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Barack Obama (2009-2016), dopo l'arrivo di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti, le misure contro l'isola si sono rafforzate, chiudendo le porte a qualsiasi dialogo.

 

Il diplomatico parafrasando Che Guevara, ha affermato che i cubani continueranno la loro "lotta contro l'imperialismo ovunque si trovi".

 

In un altro momento del suo discorso, ha affermato che il risultato più importante della Rivoluzione Cubana è la solidarietà e la volontà delle persone, la loro presenza e partecipazione all'autodeterminazione, un percorso che porterà alla giustizia sociale e all'uguaglianza per tutti.

 

“Unità significa condividere la lotta, condividere idee, strategie e articolare obiettivi comuni. Cuba ribadisce la sua volontà permanente di facilitare l'articolazione regionale e internazionale", ha affermato Bandrich.

Fonte: Cubadebate - HispanTv
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa