Lavrov apre i due giorni di Vertice dei ministri degli esteri dei Brics

Lavrov apre i due giorni di Vertice dei ministri degli esteri dei Brics

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Nella città russa di Nizhny Novgorod, Sergey Lavrov presiederà dal 10 all'11 giugno la prima riunione dei ministri degli Esteri dopo l'allargamento dei BRICS avvenuto nel passato vertice del blocco in Sudafrica. 

Per celebrare l'evento, scrive Sputnik, la città è stata decorata con le bandiere dei Paesi partecipanti e con i loghi della presidenza russa dell'associazione.


Presenti il ministro degli Esteri cinese Wang Yi, il ministro iraniano Bagheri, il ministro delle Relazioni internazionali e della cooperazione sudafricano Naledi Pandor, il ministro degli Esteri egiziano Sameh Shoukry e il ministro degli Esteri brasiliano Mauro Vieira. All'evento dovrebbe partecipare anche il ministro degli Esteri turco Hakan Fidan, che in visita in Russia in questi giorni ha auspicato una maggiore cooperazione tra il paese Nato ed i Brics allargati.

Sicuramente presenti il ministro degli Esteri del Venezuela, Yván Gil, e quello cubano Bruno Rodríguez Parrilla, oltre alle delegazioni internazionali di altri Paesi membri dei BRICS. Tutti gli ospiti, precisa Russia Today, saranno accolti con pane e sale, secondo la tradizione russa.

Attraverso il suo account sul social network X, il ministro degli Esteri venezuelano Gil ha dichiarato: “Portiamo il contributo del popolo venezuelano per sostenere la creazione di un mondo più equo e multipolare, in linea con gli obiettivi di questa organizzazione”. Il Venezuela è uno dei paesi candidati a divenire un nuovo membro al prossimo vertice di Kazan nell'ottobre prossimo.




La sessione, spiega il Ministero degli esteri russo con una nota ufficiale, ospiterà uno scambio di opinioni tra i ministri sulle principali questioni di politica internazionale, in particolar il rafforzamento del multilateralismo nell'arena internazionale, il ruolo del Sud e dell'Est globale nel plasmare un ordine mondiale più giusto e come rafforzare la cooperazione regionale con le altre organizzazioni che portano avanti gli stessi obiettivi - su tutti l'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai, l'ASEAN, l'Associazione per la Cooperazione Regionale dell'Oceano Indiano, l'Unione Africana, la Lega degli Stati Arabi e altri. “Le prospettive di cooperazione multiforme nell'anno di presidenza della Federazione Russa dei BRICS saranno considerate in tre aree principali: politica e sicurezza, economia e finanza e questioni umanitarie”, si legge nel comunicato del Ministero degli Esteri russo.

Il Ministero degli Esteri russo ha annunciato infine che la riunione dei ministri degli Esteri dei Brics servirà da preambolo al vertice presidenziale del gruppo nella città di Kazan, previsto per il prossimo ottobre. “Durante i prossimi incontri, le parti intendono discutere le questioni attuali delle relazioni internazionali, l'agenda internazionale, il miglioramento del sistema di governance globale con particolare attenzione al rafforzamento del ruolo dei Paesi in via di sviluppo, la risoluzione dei conflitti e l'interazione sulle principali piattaforme multilaterali”, ha dichiarato la portavoce del Ministero degli Esteri russo Maria Zakharova. 

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti