Lavrov: "La Russia farà tutto il possibile per sostenere il legittimo governo di Nicolás Maduro nella difesa della Costituzione venezuelana"

Lavrov: "La Russia farà tutto il possibile per sostenere il legittimo governo di Nicolás Maduro nella difesa della Costituzione venezuelana"

Il ministro degli Esteri russo denuncia che gli Stati Uniti e i suoi alleati violano "in modo flagrante tutte le norme immaginabili del diritto internazionale" in Venezuela.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Il ministro degli Esteri Sergey Lavrov ha annunciato che Mosca, insieme ad altri membri della comunità internazionale, "farà ogni sforzo per sostenere il governo legittimo del presidente Nicolas Maduro, in difesa della Costituzione venezuelana e dei metodi di regolazione che si trovano nel campo costituzionale ".


 
Secondo Lavrov, agli USA è stato proposto di cambiare il governo costituzionale venezuelano in modo "illegale". "Tuttavia, ciò non impedisce la necessità di difendere il diritto internazionale con tutti i mezzi possibili", ha sottolineato.
 
"Siamo preoccupati, naturalmente, ciò che stanno facendo degli Stati Uniti e dei suoi alleati più stretti per quanto riguarda il Venezuela, in flagrante violazione delle norme ogni immaginabili del diritto internazionale e in effetti tracciare la rotta verso il rovesciamento del legittima autorità in questo paese latinoamericano", ha specificato.
 
Le parole del ministro degli Esteri arrivano in mezzo a una serie di dichiarazioni di Washington a sostegno del deputato dell'opposizione Juan Guaidó, che la scorsa settimana si è proclamato "presidente in carica" ??del Venezuela.
 
Le sanzioni come "una manifestazione di concorrenza sleale"
 
Da parte sua, il portavoce presidenziale russo, Dmitri Peskov, ha annunciato che Mosca difenderà i suoi interessi in cooperazione con il Venezuela nel quadro del diritto internazionale.
 
In questo modo, Peskov ha fatto riferimento alle sanzioni imposte dagli Stati Uniti contro la compagnia petrolifera statale Petróleos de Venezuela (PDVSA), che potrebbe influenzare la cooperazione di Caracas con Mosca.
 
"Certo, difenderemo [i nostri interessi] nel quadro del diritto internazionale esistente, useremo tutti i meccanismi disponibili", ha avvertito il portavoce presidenziale.
 
Peskov ha anche ricordato che Caracas aveva già descritto le sanzioni statunitensi come illegali e che Mosca condivide questo punto di vista.
 
"Non consideriamo questa [le sanzioni statunitensi] corrette", ha aggiunto. Inoltre, il portavoce del Cremlino ha chiarito che per la Russia queste misure punitive sono "una manifestazione di concorrenza sleale" e, nel caso del Venezuela, una "interferenza aperta" negli affari interni del paese sudamericano.
 
Misure restrittive imposte da Washington contro PDVSA comprendono il congelamento di circa 7 miliardi di dollari in attività di tale società, oltre a una stima di 11 miliardi di dollari di esportazioni nei prossimi anni, ha detto il segretario al Tesoro degli Stati Uniti. UU., Steven Mnuchin.
 

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle di Paolo Desogus Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

Le preoccupazioni di Draghi per la Dad sono fasulle

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia di Giorgio Cremaschi La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

La prima (velenosa) porcata dell'anno di Draghi e compagnia

Putin ha preso la decisione di Marinella Mondaini Putin ha preso la decisione

Putin ha preso la decisione

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International... di Savino Balzano Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass, quei "fascisti" di Amnesty International...

Green Pass: si o no? di Alberto Fazolo Green Pass: si o no?

Green Pass: si o no?

Il Ventennio dell'euro di Thomas Fazi Il Ventennio dell'euro

Il Ventennio dell'euro

"Profitti zero": Siamo alla fase finale di Pasquale Cicalese "Profitti zero": Siamo alla fase finale

"Profitti zero": Siamo alla fase finale

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"... di Gilberto Trombetta Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Torna di moda la fake delle fake sulla "Germania virtuosa"...

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia di Michelangelo Severgnini Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Le 2 manifestazioni di Tripoli e l’accordo Salvini-Rackete sulla Libia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti