Le forze russe annunciano: “Preso il controllo dell'intero territorio di Soledar"

Le forze russe annunciano: “Preso il controllo dell'intero territorio di Soledar"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Secondo quanto riferito dall’agenzia Reuters, la formazione militare Wagner ha aannunciato di aver preso il controllo della città mineraria di Soledar nell'Ucraina orientale, un trampolino di lancio nella spinta di Mosca per conquistare l'intera regione del Donbas.

Le prime immagini, ottenute esclusivamente da RT, mostrano membri del contingente militare che camminano attraverso il museo delle miniere di sale, che si trova sottoterra alla periferia di Soledar, a ovest della città.

 

Insieme al leader del gruppo, Yevgeny Prigozhin, i membri dell'organizzazione ispezionano l'area sotterranea, dove i soldati delle forze armate ucraine hanno abbandonato intere scatole di munizioni durante la loro fuga.

Lo stesso Prigozhin, ieri, aveva dichiarato che il gruppo Wagner "ha preso il controllo dell'intero territorio di Soledar". "Nel centro della città si è formato un accerchiamento in cui si stanno svolgendo battaglie urbane", ha aggiunto. Garantendo, inoltre, che le informazioni sul numero di prigionieri saranno fornite a breve.

Prendere il controllo di Soledar rende possibile l'avanzata verso Slavyansk e Kramatorsk e apre la strada alla liberazione dell'intera Repubblica popolare di Donetsk (DPR), ha aggiunto il leader ad interim della DPR Denis Pushilin al programma televisivo Soloviev Live, citato dall’agenzia Tass.

"La liberazione di Soledar ha aumentato il potenziale per liberare Artyomovsk e Seversk", ha detto. "In primo luogo, questo darebbe un altro colpo ai simboli di [invincibilità] che sono stati gonfiati dalla propaganda ucraina. In secondo luogo, ciò fornisce una gradita testa di ponte per avanzare verso Slavyansk e Kramatorsk. In effetti, questo apre la strada a un punto di svolta nella liberazione l'intero DPR", ha precisato.

Secondo Pushilin, le forze russe saranno in grado di rompere la linea di difesa ucraina nella DPR non appena prenderanno il controllo anche di Artyomovsk e Seversk. "Distruggeremo efficacemente la linea del fronte prendendo sotto controllo Soledar, Artyomovsk e Seversk. Questo ci consentirebbe di fiancheggiare [le forze armate ucraine] per avanzare verso Gorlovka e Slavyansk dove potremmo forse aggirarli", ha aggiunto Pushilin. 

Infine, ha previsto che “a un certo punto e con una cooperazione ben organizzata, la linea del fronte che il nemico ha rafforzato a lungo potrebbe crollare”.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon di Paolo Desogus Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Lo squallore di chi accusa di "antisemitismo" Melenchon

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE di Fabrizio Verde Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

Gli attacchi ad Orban e il vero volto dell'UE

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta di Clara Statello Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

Attentato a Trump: tutti i "misteri" ancora senza risposta

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La Russia e Trump: un esercizio di memoria di Andrea Puccio La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La Russia e Trump: un esercizio di memoria

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti