Siria e dintorni/L'esercito siriano prosegue con successo la sua offensiva e si po...

L'esercito siriano prosegue con successo la sua offensiva e si porta a 500 metri da Maar Shamshama, la più grande roccaforte dei terroristi a Idlib

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

L'esercito siriano prosegue con successo la sua offensiva contro i gruppi terroristici sta per entrare nella seconda città più grande della provincia di Idlib


"Dopo aver liberato il villaggio di Maar Shamshama, nel sud di Idlib, le truppe siriane e i loro alleati si sono posizionati a circa 500 metri dalla città di Maarat al-Numan, la seconda città più grande di Idlib", ha riferito il corrispondente dell'agenzia di stampa siriana ufficiale, SANA .
 
Inoltre, una fonte militare siriana, citata dalla SANA, ha indicato che Damasco non cesserà le sue operazioni antiterroristiche a Idlib o nella parte occidentale della vicina provincia di Aleppo fino alla fine della presenza terroristica in queste due località.
 
Allo stesso modo, il quotidiano siriano Al Watan ha annunciato che le forze siriane, supportate dall'aviazione russa, sono alle porte di Maarat al-Numan, che "sono spalancate".
 
Maarat al-Numan è uno dei principali bastioni dei gruppi terroristici di Idlib ed è anche vicino all'autostrada M-5, che collega Aleppo con Damasco.
 
Si trova a circa 84 km da Aleppo e 60 km da Hama, e si pone ad un incrocio tra nord, est e ovest di Idlib.
 
La liberazione di Maarat al-Numan e della città già liberata di Saraqib aprirà la strada all'esercito siriano in modo che possa completare la sua riconquista sull'autostrada M-5. Da Maarat al-Numan, i soldati siriani possono spostarsi verso la città di Idlib, capoluogo di provincia, e Jisr al-Shugur, che costituisce un'entrata nella provincia di Latakia.
 
La liberazione di questa città consentirà inoltre al governo di Damasco di recuperare gran parte del Idlib sud-orientale e, quindi, di acquisire gradualmente il controllo di questa provincia, che è stata detenuta dai terroristi per diversi anni.  
 
L'esercito siriano e i suoi alleati hanno ripreso le loro operazioni nella provincia di Idlib il 14 novembre 2019 , nel tentativo di eliminare gli ultimi feudi dei terroristi dopo otto anni di conflitto con le fazioni armate che rimangono dopo la sconfitta dell'ISIS.
 
Queste operazioni si sono intensificate dopo il lancio di gruppi armati e terroristici  , dalla suddetta regione, attacchi con conseguenze mortali  contro le aree residenziali e le posizioni dell'esercito siriano nelle province vicine di Hama, Aleppo e Latakia, violando chiaramente  il cessate il fuoco concordato da Turchia e Russia il 17 settembre 2018.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa