L’inevitabile fine del Nuovo Ordine Mondiale

L’inevitabile fine del Nuovo Ordine Mondiale

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

In questo libro estremamente dirompente si parla del Deep State, lo stato profondo che circonda l’élite finanziaria internazionale. Infatti in questi ultimi mesi, sembrano visibili gli accadimenti che preludono “La fine del Nuovo Ordine Mondiale” (Gabriele Sannino, Edizioni Aurora Boreale, 2021, 177 pagine, euro 18).

Appare sempre più evidente che l’epidemia Covid-19 riguarda anche le ultime tappe di una manipolazione generalizzata nei confronti dell’umanità, “dato che serve a distruggere definitivamente l’economia reale (e quindi l’autodeterminazione dei popoli)”, dopo molti anni con le solite crisi economiche ingigantite “dalla stessa élite che possiede il denaro”, all’interno dei computer bancari e non solo.

Il cittadino occidentale è diventato la classica rana bollita che viene riscaldata a fuoco lento, senza nessuna pietà. In effetti “Credere che nella storia umana non avvengano complotti per il potere a livello individuale, locale, e perfino globale” è decisamente un’attività infantile o da persone che vogliono ignorare la realtà (in modo consapevole o più o meno inconsapevole).

Un vero studioso sa che “Chi ha fatto un determinato salto di coscienza sa benissimo che la sicurezza è da sempre l’alibi dei tiranni, così come sa che l’ignoranza dei popoli è l’ingrediente essenziale per qualsiasi dittatura” (p. 9). Chi non sviluppa la comprensione e l’amore sociale danneggia se stesso: “giustificare il male significa moltiplicarlo” (Gustave Le Bon, psicologo).

I questi ultimi decenni le attività dell’élite globalista internazionale si sono intensificate fino al punto da perdere molto contatto con la realtà. Molti grossi problemi derivano da una classe di privilegiati del denaro e la liberazione dell’umanità è sempre più vicina, dal punto di vista politico, economico, sociale e spirituale. Probabilmente, nel giro di pochi mesi, sentiremo parlare anche del nuovo Quantum Financial System (e ne sentiremo parlare in tutti i modi, positivi e negativi).

Troppi cittadini oggigiorno sono troppo distratti dalla TV. Purtroppo “chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza” (Benjamin Franklin, cittadino multiforme di un nuovo Stato: gli Stati Uniti; https://www.studenti.it/benjamin-franklin-biografia-pensiero-politico-e-invenzioni.html).

Gabriele Sannino è un giornalista e uno scrittore indipendente che collabora con Il Vaso di Pandora e Davvero.tv. Negli ultimi anni ha pubblicato molti libri: “I segreti del debito pubblico” (2012); Il lato oscuro dell’America” (2013); “Un’economia più umana” (2013); “Fuga dall’Euro” (2014); “Politica italiana e Nuovo Ordine Mondiale” (2016).

Nota su Hitler – Nel lontano 1933, dopo l’orchestrazione del Reichstag, il parlamento germanico, “grazie a una precedente legge delega”, una “legge di pieni poteri”, “eliminava tutte le libertà in nome di una fantomatica sicurezza” (p. 10).

Nota economica – Chiaramente i lockdown “sono la strategia ideata dall’élite per fiaccare l’umanità e far fallire una volta e per tutte l’economia reale, mentre la pseudo emergenza sanitaria serve a tenere buoni gli animi dei cittadini. I vari lockdown, del resto, stanno centralizzando drasticamente le produzioni nelle mani di poche multinazionali dell’élite, che è poi da sempre l’obiettivo vero della globalizzazione” (p. 11). Come disse Gandhi, “cambia te stesso e cambierai il mondo” (p. 173). Come disse George Carlin, “abbiamo imparato a guadagnarci lo stipendio ma non la vita” (p. 176). Purtroppo, “la TV modella la nostra identità, facendoci credere di voler agire come gli altri vogliono che agiamo” (p. 105). Non è per niente facile essere veramente se stessi.

Nota finale – Qui trovate alcune considerazioni del famoso professor Carlo Cipolla relative allo studio accademico della stupidità: https://www.lacrocequotidiano.it/tag/stupidit%C3%A0. Del resto, come afferma un proverbio inglese, “non riuscirai a corrompere o a manipolare il grande giornalista inglese, ma visto quello che fa senza essere corrotto, non c’è alcuna ragione per farlo” (p. 104). Infine segnalo un documentario del 2006, del produttore americano Aaron Russo: “America: from freedom to fascism” (gli Stati Uniti e la crescita dei poteri occulti; p. 85).

Damiano Mazzotti

Damiano Mazzotti

"Prima delle leggi, prima della stampa, la democrazia è la parola che puoi scambiare con uno sconosciuto" (Arturo Ixtebarria').

 

Damiano Mazzotti è nato nel 1970 in Romagna e vive in Romagna. Si è laureato in Psicologia Clinica e di Comunità a Padova nel 1995. Nel corso della vita si è occupato di consulenza, di formazione e di comunicazione, lavorando nella Regione Emilia-Romagna, per società di Milano e per l’Istituto Europeo di Management Socio-Sanitario di Firenze. Nel 2008 diventa uno studioso indipendente e un Citizen Journalist che ha pubblicato centinaia di articoli sulla piattaforma informativa Agoravox Italia (www.agoravox.it/Damiano-Mazzotti). Nel 2009 ha pubblicato Libero pensiero e liberi pensatori, il primo saggio di un giornalista partecipativo italiano. 

 

 

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd di Paolo Desogus Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

TRUMP COMMENTA LA VISITA DELLA MARINA RUSSA A CUBA di Andrea Puccio TRUMP COMMENTA LA VISITA DELLA MARINA RUSSA A CUBA

TRUMP COMMENTA LA VISITA DELLA MARINA RUSSA A CUBA

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti