L'ONU approva risoluzione promossa dalla Bolivia su messa al bando delle mine antiuomo

L'ONU approva risoluzione promossa dalla Bolivia su messa al bando delle mine antiuomo

L’ambasciatore boliviano e presidente del Consiglio di Sicurezza, Sacha Llorenti, ha spiegato che la risoluzione mira ad eliminare definitivamente l’utilizzo delle mine antiuomo.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Bolivia ha terminato il suo periodo di presidenza del Consiglio di Sicurezza dell’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) con l’approvazione di una risoluzione per la messa al bando delle mine antiuomo, promossa dal paese andino stesso. 

 

L’ambasciatore boliviano e presidente del Consiglio di Sicurezza, Sacha Llorenti, ha spiegato che la risoluzione mira ad eliminare definitivamente l’utilizzo delle mine antiuomo. 

 

Nonostante siano state messe fuorilegge già nel 1999 attraverso la conferenza di Ottawa, le mine antiuomo continuano a mietere vittime e straziare corpi. L’Afghanistan detiene il triste primato, seguito da Colombia, Angola e Bosnia. 

 

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha esortato le parti coinvolte in conflitti armati a «porre fine immediatamente e in maniera definitiva all’utilizzo indiscriminato di artefatti esplosivi in violazione del diritto internazionale umanitario». 

 

La legge, spiega l’ambasciatore Llorenti, «vuole essere un incentivo per la comunità internazionale affinché rafforzi i suoi sforzi in materia di riduzione, in primo luogo, dell’impatto delle mine».

 

Il diplomatico ha invitato le parti in conflitto a «proteggere le popolazioni civili, i bambini in particolare, dalla minaccia delle mine terrestri, dei residuati bellici, degli artefatti esplosivi improvvisati e invita la comunità internazionale a promuovere e sostenere gli sforzi per emiliane gli artefatti».

 

Attualmente il governo boliviano vigila sul rispetto del Trattato di Ottawa che ordina la distruzione delle mine antiuomo e altri ordigni esplosivi. 

Potrebbe anche interessarti

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi" di Michelangelo Severgnini Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

Sahra Wagenknecht, Carola Rakete e i "grandi strateghi"

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti