/ "Nemmeno i Caschi bianchi lo confermano": la Russia accusa gli St...

"Nemmeno i Caschi bianchi lo confermano": la Russia accusa gli Stati Uniti di "inventare" un altro attacco chimico in Siria per fornire copertura ai terroristi

 

Il ministero della Difesa russo sottolinea che gli unici "testimoni" che hanno riferito di aver usato armi chimiche la scorsa settimana a Idlib sono gli stessi terroristi.


Il ministero della Difesa russo ha descritto come "un'altra bugia" i rapporti sul presunto uso di armi chimiche della scorsa settimana a Idlib (Siria), che gli Stati Uniti sostengono di aver indagato nonostante il fatto che la presunta aggressione non sia stata confermata anche dalle organizzazioni meno affidabili nel paese arabo.
 
Il generale Igor Konaskenkov, portavoce del ministero della Difesa russo, ha affermato che "non c'è stato alcun attacco" il 19 maggio nell'area smilitarizzata di Idlib "e ha sottolineato che il giorno precedente le forze del governo siriano avevano cessato i combattimenti nella zona, completamente e unilateralmente.
 
"Il desiderio, da parte del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, di imporre al mondo una menzogna in più sui presunti segni di attacco chimico [in Idlib], non causa altro che più confusione", ha evidenziato Konasenkov commentando la dichiarazione in cui Washington avverte delle conseguenze in caso di conferma dell'uso di armi chimiche.
 
"La dichiarazione acquisisce un cinismo particolare in virtù delle successive smentite pubbliche di questa menzogna, tra cui l'Osservatorio siriano per i diritti umani [entità britannica] e (...) dei truffatori dei caschi bianchi", ha aggiunto il portavoce militare.
 
L'alto funzionario ha sottolineato che le fonti da cui Washington ha ricevuto l'informazione sono nient'altro che i terroristi del gruppo Hayat Tahrir al Sham, ex Fronte Al Nusra, gli unici che persistono nella loro offensiva nella regione.
 
"Tutti i tentativi del Dipartimento di Stato di inventare un'altra storia sugli 'attacchi chimici' non sono altro che una copertura politica per i disperati tentativi dei terroristi di disturbare la situazione nella zona di 'de-escalation' a Idlib e provocare un disastro umanitario", ha concluso l'alto ufficiale russo.
 
Fonte: TASS
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa