"NIÑOS CANTORES" INCANTANO ROMA

"NIÑOS CANTORES" INCANTANO ROMA

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Cortesia dell'Ufficio Stampa dell'Ambasciata del Venezuela in Italia - Niños Cantores del Zulia


Tutte le strade portano a Roma, e una volta lì, prima o poi, tutti i cammini portano all'Anfiteatro Flavio, meglio conosciuto come Colosseo romano.

Durante il loro tour nella Città Eterna,  Niños Cantores del Zulia si sono esibiti in uno dei luoghi più iconici della Roma imperiale. Il Colosseo è considerato una delle sette meraviglie del mondo moderno e ci conduce in un viaggio attraverso una delle tappe più affascinanti della storia mondiale.

Con il supporto del Governo venezuelano, 50 bambini Niños Cantores del Zulia  rappresenteranno il Venezuela al 44° Congresso Mondiale dei Pueri Cantores e oggi hanno fatto vibrare con il loro talento un'opera architettonica e culturale simbolo dell'Italia nel mondo.

L'Istituto Arcidiocesano Niños Cantores del Zulia, è un Coro che ha un'Istituzione. È questa l'originalità del suo Progetto Educativo. Niños Cantores del Zulia porta avanti da 47 anni questo progetto formativo, fondato e realizzato da Mons. Dott. Gustavo Ocando Yamarte, grande sacerdote dello stato Zulia in Venezuela, che, per opera di Dio, ha dato a questa regione l'opportunità di un Progetto Culturale - Educativo che esiste ancora oggi, i loro echi risuonano.

Lo scorso febbraio di quest'anno abbiamo ricevuto dalla Federazione Internazionale l'invito formale a partecipare al Congresso Mondiale di Pueri Cantore che si terrà a Roma dal 28 dicembre 2023 al 1 gennaio 2024.

---------------

E, oggi, con il loro repertorio hanno regalato un concerto di Natale nella cornice di Piazza di Spagna



Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti