Putin – Il Mondo sta cambiando, si sta muovendo verso la multipolarità

Putin – Il Mondo sta cambiando, si sta muovendo verso la multipolarità

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato, oggi, che è in corso una trasformazione dell'ordine mondiale, mentre il mondo si sta muovendo verso un sistema multipolare.

"Il vostro lavoro si svolge nelle condizioni in cui i processi di trasformazione cardinale dell'intera architettura delle relazioni internazionali stanno accelerando, entrando in una fase attiva per la formazione di un sistema di ordine mondiale multipolare, più democratico ed equo", ha spiegato il presidente russo, durante una cerimonia durante la quale ha ricevuto le credenziali dei nuovi ambasciatori di 24 paesi in Russia.

In questo contesto, Putin ha ribadito che lo sviluppo del mondo verso il multipolarismo "purtroppo incontra la resistenza di coloro che cercano di mantenere il loro ruolo egemonico negli affari mondiali, controllano tutto: America Latina, Europa, Asia e Africa". "Per consolidare la loro posizione, impongono sanzioni illegittime, esercitano pressioni attraverso tutti i vettori, inclusa, ovviamente, la Russia. Ma coloro che lo fanno, vedono che le loro azioni causano conseguenze negative per sé stessi", ha lamentato.

"Purtroppo i paesi totalmente innocenti, specialmente quelli in via di sviluppo e quelli più poveri, soffrono di questa politica", ha ricordato.

Nonostante tutto, la Russia non devierà dal suo percorso di difesa della sua sovranità ha precisato il leader russo. "In qualità di membro permanente del Consiglio di sicurezza dell'Organizzazione delle Nazioni Unite, intendiamo continuare a promuovere l'agenda internazionale, contribuendo alla ricerca di risposte efficaci alle sfide e alle numerose minacce del nostro tempo, promuovendo la soluzione di gravi conflitti regionali".

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese   di Bruno Guigue Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

Nazismo, antisemitismo e Repubblica francese

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno di Gilberto Trombetta Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Giorgetti e gli alfieri del vincolo esterno

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria di Michelangelo Severgnini Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

Bocche tappate e i crimini (filo Nato) del Qatar in Libia e Siria

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

La nuova forma di psicologia del mondo digitale di Damiano Mazzotti La nuova forma di psicologia del mondo digitale

La nuova forma di psicologia del mondo digitale

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti