/ Russia, Cina e India hanno trovato un modo per aggirare il sistem...

Russia, Cina e India hanno trovato un modo per aggirare il sistema SWIFT e le sanzioni USA

 

Secondo il quotidiano russo Izvestia, che fa riferimento alle sue fonti vicine alla Banca Centrale di Russia, Mosca, Pechino e Delhi avrebbero trovato un modo per aggirare il problema dell'accesso alla rete SWIFT


Esperti russi, cinesi e indiani stanno lavorando per organizzare un sistema alternativo a SWIFT per rispondere a un possibile blocco dell'accesso di questi paesi alla più grande rete interbancaria, ha riferito il quotidiano russo Izvestia che cita due fonti vicine alla Banca centrale della Russia.
 
Il presidente della commissione per i mercati finanziari della Duma di Stato, Anatoly Aksakov, ha anche affermato che l'argomento è stato discusso dai partner BRICS.
 
Secondo il giornale, si prevede di collegare il sistema russo di messaggistica finanziaria (PSSA) con il sistema cinese di pagamenti internazionali (CIPS). Al contrario, l'India non ha un sistema nazionale di comunicazione finanziaria, si prevede di unire la piattaforma della Banca centrale russa con il promettente progetto di una struttura indiana indipendente, ha affermato una fonte sul mercato finanziario.
 
Come ha spiegato la fonte a Izvestia, i paesi stanno prendendo in considerazione la possibilità di connettere piattaforme utilizzando un sistema gateway transcodificando i messaggi dal formato originale al formato finale.
 
SWIFT come strumento di pressione
 
SWIFT è un sistema interbancario internazionale che fornisce servizi di messaggistica e trasferimento interbancario standardizzati nonché interfacce a oltre 10.800 istituzioni in oltre 200 paesi.
Nell'ottobre 2014, la società ha annunciato che sarebbe stata sotto pressione da parte di diversi Stati affinché si unissero senza successo alle sanzioni anti-russe.
 
Nel 2018, la direzione SWIFT non è riuscita a resistere alle pressioni degli Stati Uniti e ha deciso di disconnettere dal suo sistema la Banca centrale dell'Iran e altre istituzioni finanziarie iraniane soggette alle sanzioni statunitensi.
 
"Il fatto che Donald Trump abbia intimidito i dirigenti di SWIFT e li abbia costretti a disconnettere l'Iran dal suo sistema ha spinto il resto del mondo a capire che "se l'America può farlo con l'Iran, la stessa cosa un giorno potrebbe succedere a noi, abbiamo bisogno di un sistema alternativo ", ha detto a Sputnik Steve Keen, professore di economia alla Kingston University di Londra.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa