Russia: Putin supervisionerà le esercitazioni strategiche del 19 febbraio

Russia: Putin supervisionerà le esercitazioni strategiche del 19 febbraio

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

 

Il presidente russo Vladimir Putin supervisionerà le esercitazioni della forza di deterrenza strategica previste per il 19 febbraio dal centro di controllo della situazione, ha reso noto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"Putin sarà molto probabilmente nel centro di controllo della situazione. Tali esercitazioni e lanci di addestramento, naturalmente, non possono essere tenuti senza il capo di Stato. Conoscete la famosa valigia nucleare, il pulsante rosso, e così via", ha detto Peskov ai giornalisti.

I dettagli di come il presidente Putin parteciperà alle esercitazioni non sono di dominio pubblico, ha sottolineato il portavoce del Cremlino.

La presenza del presidente bielorusso Alexander Lukashenko alle esercitazioni dipenderà dalla loro decisione congiunta con Putin, ha affermato Peskov.

"Se decidono di essere lì insieme, questo significa che ci saranno insieme. Ma di nuovo, questo dipenderà da una decisione dei capi di Stato", ha spiegato il portavoce del Cremlino.

Il presidente bielorusso aveva già detto ai giornalisti che sarebbe stato in visita in Russia il 18-19 febbraio, durante la quale aveva intenzione di partecipare alle esercitazioni militari insieme a Putin. Lukashenko ha sottolineato che "la parte russa informerà" sul luogo e sul formato di queste manovre.

Il ministero della Difesa ha annunciato che le forze armate russe condurranno il 19 febbraio delle esercitazioni programmate della forza di deterrenza strategica sotto la direzione del presidente russo Putin.

Come ha sottolineato il ministero, le esercitazioni della forza di deterrenza strategica sono state pianificate in anticipo e sono destinate a "controllare la preparazione dei centri di comando militare, le squadre di lancio, gli equipaggi delle navi da combattimento e delle portamissili strategici per compiere le missioni assegnate e l'affidabilità delle armi delle forze nucleari strategiche e convenzionali".

Queste esercitazioni arrivano in un momento dove le tensioni con USA e NATO sono altissime e mentre l’Ucraina si prepara a lanciare la sua offensiva contro il Donbass forte delle armi fornite dai paesi occidentali.

 

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Marmolada: strage del sistema di Giorgio Cremaschi Marmolada: strage del sistema

Marmolada: strage del sistema

Il Liquidatore entra nella fase finale di Savino Balzano Il Liquidatore entra nella fase finale

Il Liquidatore entra nella fase finale

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai