World Affairs/Senatori statunitensi presentano disegno di legge per penalizzare...

Senatori statunitensi presentano disegno di legge per penalizzare i paesi che ricevono medici cubani

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

Questo strumento giuridico propone che gli stati che ricevono aiuti cubani siano inclusi nell'elenco annuale della tratta di esseri umani negli Stati Uniti.


Un gruppo di senatori repubblicani statunitensi ha presentato un disegno di legge per penalizzare i paesi che hanno contratto i servizi del personale medico cubano.

 
I senatori Rick Scott, Ted Cruz e Marco Rubio hanno presentato il disegno di legge intitolato "Stop the Profits of the Cuban Regime", in cui viene chiesto al Dipartimento di Stato di pubblicare l'elenco dei paesi che hanno contratti con il programma di missioni mediche di Cuba e considera di includerli nel rapporto annuale sulla tratta di esseri umani.
 
 
 
 
 
Questo gruppo di parlamentari sostiene che Cuba guadagna circa $ 7 miliardi all'anno per fornire i suoi servizi professionali, comprese le missioni mediche, e che questo "programma è una delle maggiori fonti di reddito per la dittatura cubana, ma raramente paga uno stipendio degno per professionisti della salute ".
 
Secondo la dichiarazione esplicativa presentata sulla pagina personale di Scott, "Cuba usa la pandemia per sfruttare i propri professionisti della salute a scopo di lucro, mentre l'isola ha un disperato bisogno di medicine, attrezzature mediche e professionisti della salute". 
 
 
Cosa propone il progetto
 
 
  • Che il Dipartimento di Stato pubblichi l'elenco dei paesi che hanno contratti con il governo di Cuba per il suo programma di missioni mediche.
  • Richiede che i contratti siano considerati dal Dipartimento di Stato come un fattore nella classifica di quel paese nel rapporto sulla tratta di persone.
  • Che la classificazione del paese ospitante non sia influenzata se paga direttamente i medici cubani, se consente loro di prendere i loro parenti e se Cuba non riceve alcun compenso.
 
La cooperazione medica internazionale cubana è stata frequentemente attaccata da Washington e dai governi di Bolivia e Brasile, che li hanno espulsi dai loro paesi. Secondo il Presidente cubano Díaz-Canel, il governo degli Stati Uniti diffonde " bugie e calunnie " sul lavoro di questi operatori sanitari, che sono in trenta paesi per fornire assistenza nel mezzo della crisi del coronavirus.
 
Lo scorso 10 aprile, il sottosegretario all'Ufficio degli affari dell'emisfero occidentale del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, Michael G. Kozak, ha affermato che il governo cubano non stava  rispettando  le convenzioni internazionali sul lavoro "trafficando" con specialisti della salute.
 
 
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa