Snowden: "Assange uno dei prigionieri politici più longevi del mondo occidentale"

Snowden: "Assange uno dei prigionieri politici più longevi del mondo occidentale"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Edward Snowden, ex contractor della CIA e della US National Security Agency (NSA), ieri, ha condannato la sentenza della giustizia britannica che ha autorizzato l'estradizione del fondatore di WikiLeaks Julian Assange.

"Julian Assange è uno dei prigionieri politici più longevi del mondo occidentale. Tutti i livelli del processo contro di lui sono stati afflitti dalla corruzione e dall'abuso del processo. Le persone lo giustificano recitando meme per dimostrare la loro lealtà. Questa è una distopia", ha scritto Snowden sul suo account Twitter.

Ieri, l'Alta Corte di Giustizia di Londra ha approvato l'estradizione del cyberattivista, rilevando che è soddisfatta delle garanzie della parte americana che Assange non sarà sottoposto a un duro regime noto come misure amministrative speciali una volta detenuto in carcere il paese nordamericano. La difesa del fondatore di WikiLeaks può presentare ricorso per opporsi alla decisione.

L'ex agente della CIA ha ampliato le sue riflessioni in un thread, sottolineando che chi approva la sentenza sostiene che Assange "non è un giornalista" , quindi non è sotto la protezione del Primo Emendamento alla Costituzione degli Stati Uniti, che garantisce la libertà di parola e della stampa. In questo modo, assicura, i sostenitori della decisione "inconsapevolmente 'lobby' affinché i diritti di espressione e pubblicazione siano concessi solo a una classe di società di media consacrate dallo Stato".

"'Ma le tue e-mail', chiede il sostenitore. 'Russia!'", continua Snowden. "Le accuse contro Assange non hanno nulla a che fare con nessuno dei due. Come dice anche il New York Times, il caso del governo è contro la pubblicazione del 2010 di file diplomatici e militari trapelati da Chelsea Manning [ex analista dell'intelligence statunitense incarcerata per aver divulgato a WikiLeaks documenti segreti sulle guerre del Paese in Afghanistan e Iraq]", ha spiegato.

Infine, Snowden presume che coloro che propendono per l'estradizione credono che Assange "meriti di soffrire", perché "questo bastardo semplicemente" non è di suo gradimento, mentre i dettagli delle accuse contro di lui non contano. "La punizione arbitraria di coloro che non sono come te per il crimine di non essere come te è il cuore stesso del fascismo a cui dici di opporti. Le società libere sono basate sulla tolleranza", ha concluso.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti