Ufficiale armi letali all'Ucraina: il governo Draghi avvicina l'Italia al baratro di una guerra apocalittica

Ufficiale armi letali all'Ucraina: il governo Draghi avvicina l'Italia al baratro di una guerra apocalittica

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Come l'AntiDiplomatico da anni vi denunciamo come la partecipazione alla Nato - alleanza nata come difensiva e divenuta strumento di guerre di aggressione con milioni tra morti e rifugiati sulla coscienza per il volere egemonico degli Stati Uniti d'America - sia un pericolo mortale per il nostro paese.

La presenza di basi e testate nucleari sul nostro paese sono un pericolo esistenziale per il nostro paese. 

Tutti i nodi sono venuti al pettine pochi minuti fa con la folle decisione del governo Draghi di decidere per l'invio di armi letali all'Ucraina: inviare armi in un contesto di conflitto ci rende ad un passo dal baratro apocalittico di una guerra con la Russia. 

Leggiamo dal comunicato del Consiglio dei Ministri sul punto in questione: 

 

Difesa

In particolare, il provvedimento contiene una norma abilitante che, dopo una preventiva risoluzione delle Camere, consente al Ministro della difesa di adottare un decreto interministeriale per la cessione alle autorità governative dell’Ucraina di mezzi, materiali ed equipaggiamenti militari. E’ prevista peraltro una deroga specifica ad alcune disposizioni vigenti. 

 

Invece di facilitare negoziati che potessero garantire la neutralità dell'Ucraina e il ritiro delle forze russe, l'Italia ha scelto il baratro.  Si apra immediatamente un dibattito nazionale per l'uscita del nostro paese da due organizzazioni sovranazionali che non rappresentano gli interessi del popolo italiano.

 

P.s.

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, ha deliberato la dichiarazione dello stato di emergenza, fino al 31 dicembre 2022, in relazione all’esigenza di assicurare soccorso e assistenza alla popolazione ucraina sul territorio nazionale in conseguenza della grave crisi internazionale in atto.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani di Giacomo Gabellini Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

Il Partito Comunista cinese e gli insegnamenti confuciani

La fine di un mito: la Russia scudo dell'Occidente   di Bruno Guigue La fine di un mito: la Russia scudo dell'Occidente

La fine di un mito: la Russia scudo dell'Occidente

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare? di Alberto Fazolo Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

Perché Open di Mentana aizza la guerra nucleare?

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo di Pasquale Cicalese La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

La Manovra Meloni e il capitalismo corporativo

Bce e criptovalute. Lettera aperta al Prof. Panetta di Giuseppe Masala Bce e criptovalute. Lettera aperta al Prof. Panetta

Bce e criptovalute. Lettera aperta al Prof. Panetta

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Apocalisse epidemica di Damiano Mazzotti Apocalisse epidemica

Apocalisse epidemica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti