Un "particolare" dell'ignobile fuga dall'Afghanistan dell'ex Presidente Ghani

Un "particolare" dell'ignobile fuga dall'Afghanistan dell'ex Presidente Ghani

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Un particolare rende ancora più ignobile la fuga dell'ormai ex Presidente dell'Afghanistan Ghani.

L'ex presidente dell'Afghanistan, infatti, avrebbe preso auto piene di soldi durante la sua fuga dal Paese, e sarebbe stato persino costretto a lasciare una parte della sua fortuna nel mezzo della pista di atterraggio, ha raccontato il portavoce dell'ambasciata russa in Afghanistan, Nikita Ischenko, in un'intervista a RIA Novosti.

"Per quanto riguarda la caduta del regime, la caratterizza in modo più eloquente come Ghani è fuggito dall'Afghanistan: quattro auto erano piene di soldi; stavano cercando di mettere l'altra parte del denaro in un elicottero ma non tutto è andato a buon fine. E parte del denaro è stato lasciato indietro, è stato lasciato sulla passerella", ha spiegato Ischenko.

Secondo Zamir Kabulov, direttore del Secondo dipartimento dell'Asia del ministero degli Esteri russo, l'ex presidente afghano “è stato eletto in modo dubbio, ha mal governato ed è finito vergognosamente” fuggendo dal Paese. "Merita di essere processato dal popolo afghano ", ha detto.

Secondo Al Jazeera, l'ex presidente, sua moglie, il suo capo di gabinetto e il suo consigliere per la sicurezza nazionale si sono trasferiti nella capitale uzbeka, Tashkent. 

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...