VIDEO. Addio Giulietto. Dalla Siria, alla Russia, alle guerre NATO. Resterà viva la tua battaglia per un'informazione libera ed un mondo più giusto

VIDEO. Addio Giulietto. Dalla Siria, alla Russia, alle guerre NATO. Resterà viva la tua battaglia per un'informazione libera ed un mondo più giusto

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Ci ha colti un po' tutti di sorpresa questa mattina la notizia della morte del giornalista Giulietto Chiesa annunciata da Vauro Senesi sulla sua pagina Facebook.
 
Siamo stati presi dallo sgomento, ma non a tal punto dal non ricordare che giornalista e politico sia stato Giulietto Chiesa, il suo punto critico, scomodo al potere.
 
Titoleranno 'Lutto nel giornalismo', ma non è così, il lutto è per il giornalismo libero che Giulietto rappresentava.
Ora tutti quelli che lo additavano come complottista, filo-russo si sperticheranno in lodi, lo saluteranno come "il grande Giornalista, inviato".
 
Per noi dall'Antidiplomatico lo era sul serio, ci potevano essere delle divergenze, normale, ma Giulietto soprattutto resta una figura che rappresenta il punto critico contro il pensiero unico, le verità uniche confezionate dal potere economico-politico e infiocchettate all'opinione pubblica dai media mainstream.
 
Da anni in varie conferenze come questa del 2005 con Gianni Minà, aveva denunciato la manipolazione dell'informazione, soprattutto della televisione, ci aveva messo in guardia su quello che stava accadendo nel mondo dei media, che ci sarebbero stati sempre meno spazi per contrastare il pensiero unico.
 
Tu, caro Giulietto con coraggio e onestà hai sempre portato avanti le tue posizioni, su temi scottanti, sulle guerre genocide della NATO, sulla Russia, sulla Siria, senza nessuna paura, nonostante i feroci attacchi di chi magari oggi finge commozione per la tua scomparsa.
 
Vi lasciamo ad alcuni video di Giulietto, le sue parole, come vedrete, sono e saranno sempre più vive di questa informazione, non più libera, ma appiattita al potere, che lui stesso ultimamente, a proposito dell'arresto di Julian Assange, aveva definito ormai morta.
 
La tua battaglia per un'informazione libera ed un mondo più giusto continuerà.
 
 
La Redazione de LantiDiplomatico
 
 

 

 

 

 



 

 
 

 

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative di Michele Blanco OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti