/ (Video) Contro gli accordi Ceta e Mercosur, gli agricoltori franc...

(Video) Contro gli accordi Ceta e Mercosur, gli agricoltori francesi moltiplicano i loro blocchi stradali in tutto il paese

 

Gli agricoltori hanno manifestato in tutto il paese contro gli "accordi commerciali e distorsioni della concorrenza che stanno lentamente uccidendo l'agricoltura francese"


"Francia, vuoi ancora i tuoi contadini?": Questo è lo slogan di un'importante mobilitazione degli agricoltori che si è tenuta oggi in tutto il paese.
 

 

 
 
Dighe, pedaggio gratuito su A4 e A1 nella Senna e Marna, trattori lumaca, il mondo contadino si è mobilitato a livello nazionale per bloccare le principali strade della Francia e lanciare così un "avvertimento" alle autorità per questa giornata di mobilitazioni.
 

 
 
I contadini vogliono far sentire la loro angoscia a tutto il paese. Conosciuto, tra l'altro per le sue posizioni favorevoli all'uso dei pesticidi, l'unione della FNSEA, promotrice del movimento, ha dichiarato: "Il motto è semplice: bloccare le strade principali nei territori tra le 11 e le 14h ".
 

 
Le azioni sono effettivamente iniziate al mattino.
 
"Ti nutriamo ma moriamo", "Non importare l'agricoltura che non vogliamo" o "Salva il tuo contadino", sono alcuni esempi di ciò che può essere letto sugli striscioni sollevati sui trattori dagli agricoltori che si sono mobilitati.
 

 
I manifestanti intendono denunciare gli accordi commerciali dell'UE con il Canada (Ceta) e con il Mercosur, le distorsioni della concorrenza in Europa e la stigmatizzazione degli agricoltori, "l'agribashing" o ancora i blocchi anti-pesticidi.
 

 
 
Il 23 settembre scorso, la FNSEA aveva già lanciato un appello per innescare "incendi di rabbia" in tutto il territorio.
Gli agricoltori volevano protestare contro le zone senza trattamento ma anche far conoscere la comunità agricola. Balle di paglia e ceppi sono andati in fumo per esprimere il "malessere" del mondo agricolo.
 

 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa