Vito Petrocelli (Istituto Italia-Brics) alla TASS: "La Russia di Putin ha compreso bene la lezione dell'URSS"

Vito Petrocelli (Istituto Italia-Brics) alla TASS: "La Russia di Putin ha compreso bene la lezione dell'URSS"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



Di seguito la traduzione dell'intervista del Presidente dell'Istuto Italia Brics Vito Petrocelli alla Tass sul discorso di Vladimir Putin all'Asemblea Federale.

---------------


Da Tass

ROMA, 29 febbraio. / TASS/. Il Presidente russo Vladimir Putin non minaccia nessuno, anzi, insiste sul fatto che la Russia è pronta al dialogo con tutti i Paesi", ha dichiarato Vito Petrocelli, presidente dell'Istituto Italia-BRICS, in una conversazione con la TASS.

Commentando il discorso del presidente russo sullo Stato della Nazione all'Assemblea federale, il Presidente Petrocelli ha osservato che i media occidentali hanno interpretato il discorso di Putin come una minaccia. "A me non sembra affatto che sia così, anzi. Putin ha insistito sul fatto che la Russia è pronta al dialogo con tutti i Paesi, pronta a creare un nuovo confine di sicurezza indivisibile in Eurasia. Dov'è la minaccia?", ha detto Petrocelli, ex presidente della Commissione Affari Esteri del Senato italiano.

A suo avviso, è molto importante che Putin abbia spiegato che l'Occidente, nei suoi tentativi di indebolire la Russia, ha affrontato una forte opposizione e "la determinazione del popolo russo multietnico". "La verità è che Putin ha chiarito che Mosca è ben consapevole che l'Occidente sta cercando di trascinare la Russia in una corsa agli armamenti, di esaurire il Paese e di ripetere il trucco che ha giocato con l'URSS", ha detto l'esperto. "Ma è ovvio che la Russia moderna ha imparato molto bene la lezione del crollo dell'URSS, che è stato uno dei più grandi disastri del XX secolo", ha concluso.

"Ora, senza un briciolo di vergogna, dichiarano che la Russia avrebbe intenzione di attaccare l'Europa", ha detto il presidente russo nel suo discorso sullo stato della nazione. "Ma tutti noi capiamo che stanno semplicemente dicendo delle sciocchezze", ha sottolineato.

"Il cosiddetto Occidente, con i suoi modi coloniali e la sua abitudine a fomentare conflitti nazionali in tutto il mondo, non cerca solo di frenare il nostro sviluppo. Al posto della Russia vogliono vedere uno spazio dipendente, in declino, morente, dove poter fare quello che vogliono", ha detto Putin nel suo discorso.

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti