Vito Petrocelli (Presidente IBI): "L'Italia supporti il piano di pace cinese"

Vito Petrocelli (Presidente IBI): "L'Italia supporti il piano di pace cinese"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Riceviamo dall'istituto Italia-Brics e pubblichiamo questo comunicato del Presidente Vito Petrocelli

 

---------

 

“Il mio voto contrario all’invio di armi all’Ucraina un anno fa mi è costato la presidenza della Commissione esteri ma non c’è scelta nella mia vita che mi rende più orgoglioso”. Così l’ex presidente della Commissione esteri del Senato Vito Petrocelli oggi presidente dell’Istituto Italia Brics appena costituitosi.

“Il nuovo mondo multipolare è la realtà che plasmerà le relazioni internazionali per i prossimi decenni. Chi non la vede e si vuole rifugiare nel vecchio mondo unipolare sceglie semplicemente l’oblio della storia. Purtroppo è quello che sta accadendo all’Italia”.

Il conflitto in Ucraina compie oggi un anno e le stanche leadership europee proseguono nella loro corsa verso il burrone dell’escalation bellica, prosegue Petrocelli. “Come ha riportato recentemente la stampa statunitense, quindi fonte inattaccabile, la pace era stata di fatto raggiunta a Istanbul a fine marzo scorso quando le delegazioni russe e ucraine avevano raggiunto un accordo. Saltò tutto dopo il famoso viaggio dell’allora premier inglese Johnson che, su mandato statunitense, impose a Kiev di non accettare. Con l’Europa che fu incapace di staccarsi dalla visione guerrafondaia che prevale nella Nato, procediamo da allora ad un’escalation continua”.

“Oggi - prosegue il presidente dell’Istituto Italia Brics - si aprono nuovi, forse ultimi, scenari di una pacificazione con il piano cinese che verrà meglio presentato da Xi Jinping nei prossimi giorni.

Il nucleo fondante dell’Europa – Italia, Francia e Germania - può percorrere due strade: seguire e rafforzare la via diplomatica cinese per evitare l’apocalisse nel nostro continente o continuare ad essere la ruota di scorta dei guerrafondai anglosassoni e dell’est russofobico.

Il viaggio del premier Meloni e i suoi impegni sui prossimi invii di armi lasciano intendere che l’Italia si appresti a seguire purtroppo la seconda strada. E la Meloni sarà come il premier di un governo Draghi qualsiasi o, peggio, di un governo PD qualsiasi."

 

 

 

 

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream di Andrea Puccio Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream

Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative di Michele Blanco OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti