Vladimir Putin al Consiglio di sicurezza russo: "Era semplicemente impossibile lasciare senza risposta i crimini del regime di Kiev"

Vladimir Putin al Consiglio di sicurezza russo: "Era semplicemente impossibile lasciare senza risposta i crimini del regime di Kiev"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La Russia risponderà duramente se le autorità ucraine continueranno a organizzare attacchi terroristici. Lo ha dichiarato Vladimir Putin in una riunione del Consiglio di sicurezza russo. Nel giorno in cui Mosca ha deciso di rispondere all'attentato al Ponte di Crimea e di fatto ha fatto compiere all'"operazione speciale" in Ucraina un salto di qualità bellico notevole, il presidente russo ha lanciato un monito preciso: "Se i tentativi di attentati terroristici sul nostro territorio continuano, le risposte della Russia saranno dure e paritarie, nessuno dovrebbe avere dubbi su questo".

Nella giornata di oggi si sono registrati pesanti attacchi missilistici della Russia contro le infrastrure energetiche e amministrative di Kiev, Leopoli e Kharkiv in particolare. "Gli attacchi di Kiev contro la Centrale nucleare di Zaporozhye è terrorismo nucleare”, ha dichiarato Putin al Consiglio, sottolineando come il regime di Zelensky ha cercato di far saltare in aria il gasdotto Turkish Stream e la SBU ha già commesso tre attacchi terroristici contro la centrale nucleare di Kursk.  "Era semplicemente impossibile lasciare senza risposta i crimini del regime di Kiev", ha proseguito.

Il Consiglio di sicurezza russo si riunisce questo lunedì, pochi giorni dopo l'attentato sul ponte di Crimea, definito da Vladimir Putin come "attacco terrorista".

"Secondo la proposta del Ministero della Difesa della Federazione Russa e secondo il piano dello Stato Maggiore Generale, è stato effettuato un massiccio attacco con armi di precisione a lungo raggio su impianti energetici, comando militare e comunicazioni dell'Ucraina", ha annunciato Putin al Consiglio.

PUOI SEGUIRE TUTTI GLI AGGIORNAMENTI SULLA RISPOSTA RUSSA IN CORSO SUL CANALE TELEGRAM DE L'ANTIDIPLOMATICO

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti