Brasile: Dilma Rousseff chiede alla Corte Suprema di essere reintegrata

Brasile: Dilma Rousseff chiede alla Corte Suprema di essere reintegrata

Il paese intanto sprofonda in una crisi politica e sociale di vaste proporzioni. Crescono le proteste popolari

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



di Fabrizio Verde
 

«Il paese si trova nel mezzo di un’acuta crisi politica e istituzionale su una scala così vasta come non si era mai visto», queste le parole pronunciate da Dilma Rousseff, l’ex presidente del Brasile spodestata con un vero e proprio golpe istituzionale ordito dagli ex alleati Eduardo Cunha e Michel Temer.

 

Adesso Cunha si trova in galera per corruzione mentre Temer è a forte rischio impeachment per lo stesso motivo. Il Brasile si torva in una fase estremamente turbolenta, le richieste di impeachment nei confronti di Temer sono in costante aumento, con Dilma Rousseff che ha richiesto alla Corte Suprema di essere reintegrata come presidente. 

 

Crescono in maniera esponenziale le proteste contro Michel Temer: un recente audio diffuso da Globo inchioda il presidente golpista alle proprie responsabilità. Nell’audio Temer viene intercettato mentre dispone pagamenti per Eduardo Cunha per comprare il suo silenzio e non essere invischiato nelle indagini per corruzione. Il presidente golpista si troverà ora ad affrontare delle indagini per corruzione e ostacolo alla giustizia. 


Intanto si dice indisponibile alle dimissioni: «Non mi dimetterò»,ha dichiarato al quotidiano Folha de Sao Paulo. In uno scenario sempre più incandescente dove le proteste crescono di forza e intensità. Con i media che volgono lo sguardo altrove pur di non raccontare la repressione governativa. Al contrario di quanto accade in Venezuela dove anche semplici e legittime operazioni di contenimento, pur in presenza di un’opposizione golpista terrorista, vengono descritte come ‘brutale repressione del regime’. Nulla di nuovo, la classica doppia morale. 


«Ogni giorno vi sono sempre più evidenze: l’attuale presidente della Repubblica, non scelto da nessuno, non è adatto al mandato», ha dichiarato l’ex presidente Dilma Rousseff, in riferimento al suo ex vicepresidente. 


Finora sono ben 12 le richieste di impeachment pervenute nei confronti di Temer, secondo quanto rende noto l’emittente Hispano Tv. Per l’Associazione degli Avvocati Brasiliani (OAB), le prove a carico di Temer sarebbero sufficienti per avviare il processo.  

Potrebbe anche interessarti

Cuba e i numeri Covid   di Francesco Santoianni Cuba e i numeri Covid

Cuba e i numeri Covid

Nuove punte di folle russofobia del Parlamento europeo di Marinella Mondaini Nuove punte di folle russofobia del Parlamento europeo

Nuove punte di folle russofobia del Parlamento europeo

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina   di Bruno Guigue I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

I miliardari perdono soldi? È l'ultimo dei problemi per la Cina

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass di Thomas Fazi Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Alessandro Barbero spiega le ragioni del No al Green Pass

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio? di Giuseppe Masala Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Green Pass e raccolta dati sensibili: perché tanto silenzio?

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia di Gilberto Trombetta Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Recovery Mes e lasciapassare: due facce della stessa medaglia

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti