C'è un mondo oltre la Brexit

C'è un mondo oltre la Brexit

La visita di Putin a Pechino per confermare la partnership fra Russia e Cina

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Mentre i media occidentali erano troppo impegnati a coprire gli effetti della Brexit, una delegazione di imprenditori russi guidata dal presidente Vladimir Putin ha annunciato iniziative di investimento del valore di 50 miliardi di dollari durante gli incontri a Pechino. 

 
"Cinquantotto varie iniziative commerciali per un volume totale di investimenti di $ 50 miliardi, sono state selezionati," ha detto Putin ai giornalisti nella capitale cinese il 25 giugno, al termine di un cruciale visita di due giorni per promuovere nuove imprese, la maggior parte nel settore dell'energia. Dodici dei progetti sono già in corso di attuazione, ha detto Putin.
 
Il viaggio darà maggiore spinta al 'Pivot to East ' della Russia annunciato mentre i suoi rapporti con l'Occidente iniziavano a deterioraesi nel 2014, dopo la crisi ucraina e l'annessione della Crimea alla Federazione Russa. 
 
Messa in ombra dal referendum in Gran Bretagna del 23 giugno, in cui il 52% dei britannici ha votato per lasciare l'UE, la visita di Putin a Pechino è stata l'occasione per cementare la "partnership strategica" tra i due paesi, con una serie di offerte nei settori dell'energia, del commercio e della tecnologia. Lodando il "lavoro molto significativo" fatto finora, Putin ha detto che le parti possono vantare una "molto profonda discussione che termina con i risultati". Le loro opinioni su molte questioni geopolitiche "sono o molto simili o coincidenti", secondo il presidente russo.

"Il presidente Putin e io siamo altrettanto d'accordo che di fronte a circostanze internazionali che sono sempre più complesse e mutevoli, dobbiamo insistere ancora di più nel mantenere lo spirito della partnership strategica sino-russa e la cooperazione", ha aggiunto Xi, dichiarando che i paesi saranno " amici per sempre".

Il commercio bilaterale tra la Russia e la Cina nel periodo gennaio-maggio è stato pari a $ 25.8 miliardi.

Incontrando Xi per la 15esima volta dal 2013, Putin è stato accompagnato da un gruppo di alti funzionari, tra cui il capo dell' Amministrazione del Cremlino, Sergei Ivanov, cinque vice primi ministri e diversi ministri, così come i CEO di Rosneft e Gazprom.

 
Le offerte firmate includono un accordo tra Rosneft e la China National Chemical Corporation (ChemChina) con l'impresa cinese che rileverà una quota del 40% nel complesso petrolchimico previsto da Rosneft nell'Estremo Oriente della Russia. Rosneft ha firmato un accordo per vendere il 20% della sua controllata Verkhnechonskneftegaz al Gruppo Gas di Pechino. 
 
Un contratto di fornitura di petrolio, in base al quale la Russia potrebbe fornire fino a 2.4mn tonnellate di greggio a ChemChina in un anno, è stato anche concordato. Il CEO di Rosneft Igor Sechin ha detto che la Russia non ridurrà il volume delle forniture di petrolio verso i cinesi. "Ci atterremo ai volumi che sono stati concordati. Circa 40 milioni di tonnellate (all'anno),"
 
Rosneft ha inoltre firmato un accordo quadro con Sinopec per la costruzione di un impianto petrolchimico e trattamento del gas in Siberia orientale, con l'obiettivo di costituire una joint venture nel 2017 focalizzata sui mercati russo e cinese.
 
I due governi hanno anche firmato un accordo di cooperazione nell'ambito di un programma per costruire un nuovo elicottero pesante. Secondo l'accordo, la Russian Helicopters fornirà tecnologie e proposte di sviluppo 

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti