/ Candidati al Premio migliore Bufala 2017. Lorenzin: "A Londra, pe...

Candidati al Premio migliore Bufala 2017. Lorenzin: "A Londra, per il morbillo sono morti centinaia di bambini"

 
 
“Premio migliore Bufala del 2017” lanciato da L’Antidiplomatico; in lizza le dieci bufale più strombazzate quest’anno dai media mainstream:


Qui il video riassuntivo:

 

1) Il regime di Maduro reprime la pacifica e democratica “opposizione”
 

2) A Londra, per il morbillo sono morti centinaia di bambini
 

3) Curdi e americani cacciano dalla Siria i terroristi
 

4) Ci vogliono 150.000 migranti all’anno per salvare la pensione agli italiani
 

5) Kim Jong Un fa assassinare il fratellastro all’aeroporto di Kuala Lumpur
 

6) Assad fa bombardare con il sarin gli ospedali pediatrici
 

7) Gli hacker di Putin hanno fatto eleggere Donald Trump
 

8) Bombe italiane sullo Yemen: rispettata la Legge 185/1990
 

9) Nessun impegno militare italiano a fianco del governo di Kiev
 

10) Stiamo uscendo dalla crisi


Per votare:


 
 
Per documentarsi su queste dieci bufale, nel testo sotto il video Youtube che promuove il concorso sono già disponibili  dei link. Qui ci soffermiamo un poì più nel dettaglio sulla n. 2 diffusa dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin che, per supportare la sua incredibile “campagna vaccinale” (che, tra l’altro, rischia di fare allontanare la popolazione italiana dalle indispensabili vaccinazioni), non ha avuto remore a dichiarare, per ben due volte in TV, che per il morbillo erano morti  a Londra centinaia di bambini.
 


 

Sui perché di questa assolutamente inedita  e terroristica “campagna vaccinale”, imposta con un decreto e supportata da bufale e radiazioni di medici “dissidenti”, si possono fare molte ipotesi: dal tentativo di trascinare l’opposizione in un confuso “movimento NoVax” che trova al suo interno anche posizioni screditate; al sempre più diffuso ricorso a campagne mediatiche che prefigurano incombenti minacce biologiche; al dilagare di una tendenza che vede nelle vaccinazioni la “soluzione” a problemi economici, sociali e, quindi, sanitari. Come si è cercato di illustrare in questo video:



Una cosa, comunque, qui va detta. In qualsiasi paese civile un ministro – come la Lorenzin - che avesse dichiarato così sfacciatamente il falso sarebbe stato immediatamente messo alla porta. Qui da noi, invece, non solo questo non è successo, ma nessun  blasonato “debunker” (quelli della Boldrini, per intenderci) si è degnato di spendere una sola riga su questa bufala e così hanno fatto quasi tutti i media mainstream. Provate, ad esempio, a digitare su Google termini come “Lorenzin, Londra, morbillo”. Troverete, per lo più, la bufala della Lorenzin denunciata da bistrattati siti di controinformazione; quelli, per capirci, che vogliono far chiudere in nome della “lotta alle bufale”.
 
Francesco Santoianni
 
P.S. A questo indirizzo la disamina della bufala n. 5 a concorso “Assad fa bombardare con il sarin gli ospedali pediatrici”.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa