Cina-Australia: dopo anni di tensioni incontro tra Xi e il primo ministro Albanese

Cina-Australia: dopo anni di tensioni incontro tra Xi e il primo ministro Albanese

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il nuovo primo ministro australiano, Anthony Albanese, ha incontrato a Pechino il presidente cinese Xi Jinping.I due leader hanno discusso di una serie di questioni bilaterali e regionali.

Il presidente cinese Xi Jinping ha sottolineato il significato storico e il potenziale futuro delle relazioni tra Cina e Australia durante un incontro con il primo ministro australiano Anthony Albanese. Xi ha ricordato il 50° anniversario della prima visita di un leader australiano in Cina e ha espresso ottimismo per i futuri scambi e la cooperazione tra i due Paesi. Ha evidenziato l'importanza della fiducia reciproca e della cooperazione, sottolineando che il protezionismo va contro i principi del mercato e che la strategia di apertura win-win della Cina può offrire opportunità all'Australia e ad altri Paesi.

Il quotidiano cinese Global Times ha elogiato il nuovo governo australiano e sottolineato che Albanese ha espresso la sua volontà di migliorare i rapporti con la Cina dopo che il precedente governo guidato da Morrison, spinto dagli Stati Uniti aveva ridotto i rapporti con Pechino ai minimi termini. Il quotidiano afferma che la Cina è pronta a lavorare con l'Australia per promuovere la cooperazione bilaterale e regionale.

Viene in particolare evidenziato che Albanese ha dichiarato che l'Australia è disposta a rispettare i principi di non interferenza negli affari interni della Cina e di non fare alleanze contro la Cina.

Inoltre il primo ministro australiano ha espresso la sua volontà di lavorare con la Cina per risolvere le controversie bilaterali, tra cui quella sulla questione dello Xinjiang. Poi ha dichiarato che l'Australia è disposta a cooperare con la Cina su questioni regionali, come la crisi in Ucraina e la sicurezza nell'Indo-Pacifico.

Albanese ha detto a Xi che nel tempo, i progressi nelle relazioni sono stati "senza dubbio molto positivi" per entrambi i paesi, secondo il media australiano The Sydney Morning Herald.

"Credo che tutti noi possiamo trarre vantaggio da una maggiore comprensione della Cina", ha affermato. "Dove sorgono differenze è importante che ci sia comunicazione. Dalla comunicazione nasce la comprensione”.

Albanese ha infine affermato che i leader hanno concordato di portare avanti le relazioni dopo quattro tumultuosi anni di ostilità: "Abbiamo riavviato una serie di dialoghi e il ritmo delle visite bilaterali sta aumentando".

In Australia hanno sottolineato che la Cina sta dando un ricevimento di alto profilo al primo ministro australiano, il che dimostra l'importanza che la Cina attribuisce a questo partner. 

La visita segna un punto di svolta nelle relazioni dopo anni di tensioni diplomatiche ed economiche. Gli analisti cinesi ritengono che il viaggio significhi l'impegno dell'Australia a ripristinare la cooperazione economica e commerciale con la Cina, mantenendo un approccio equilibrato nelle relazioni diplomatiche.

Tuttavia, è importante notare che le relazioni tra Australia e Cina sono ancora caratterizzate da una certa tensione. La questione dello Xinjiang rimane un punto di discordia tra i due paesi, e la Cina ha recentemente accusato l'Australia di aver interferito negli affari interni cinesi.

Pertanto, è probabile che i rapporti tra Australia e Cina continuino a migliorare a piccoli passi. È importante che i due paesi continuino a dialogare e a trovare soluzioni alle controversie bilaterali.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream di Andrea Puccio Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream

Anche la Danimarca chiude l'indagine sul Nord Stream

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative di Michele Blanco OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti