Cittadina siriana legata al PKK arrestata per l'attacco terroristico a Istanbul

Cittadina siriana legata al PKK arrestata per l'attacco terroristico a Istanbul

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

L'attacco terroristico nella via centrale di Istanbul, Istiklal Caddesi, è stato compiuto da una donna di nazionalità siriana, inviata dalla città siriana di Kobani. La donna risulta essere legata al Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), bandito in Turchia, ha dichiarato il Dipartimento di Sicurezza di Istanbul, che sta indagando sull'accaduto.

La cittadina siriana detenuta, Ahlam Albashir, ha confessato di essere un membro del PKK, si legge in un comunicato stampa diffuso dalle autorità turche.

La donna ha testimoniato che l'ordine di compiere l'attacco è stato dato dal PKK.

Il comunicato stampa precisa che la terrorista è stata arrestata dopo che la polizia ha studiato i file video di 1.200 telecamere a circuito chiuso. La donna è stata arrestata nel quartiere Esenler di Istanbul. 

Interrogati anche altri 46 sospetti, che sono stati detenuti per presunti legami con l'attacco terroristico compiuto dalla filiale siriana PYD/YPG dell'organizzazione PKK. 

Dopo l'attacco, le unità antiterrorismo e di intelligence, esaminando i filmati di sicurezza, hanno prima trovato il taxi che la terrorista aveva preso per fuggire dopo l'attacco, travestita da "cliente". Poi il tassista veniva condotto di notte presso l’unità antiterrorismo di Istanbul per prendere la sua deposizione, il taxi è stato esaminato dalle unità di sicurezza.

È stato stabilito che la terrorista di nazionalità siriana, che ha effettuato l'attentato, si è recata prima in una casa a Esenler e, dopo aver prelevato oro e denaro, si è recata presso un altro indirizzo. Circa 4 mesi fa - riferisce il quotidiano Cumhuriyet - era già stata in Turchia con un altro membro dell’organizzazione indicato come B., travestiti da "marito e moglie”. 

Dalle registrazioni audio e di corrispondenza, raccolte dall’intelligence turca, emerge che Ahlam Albashir e il terrorista uomo di nome B. avevano ricevuto istruzioni di fuggire in Grecia dopo l'attacco.

 
 
 
 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza di Leonardo Sinigaglia Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

Perire con il "vecchio mondo"? L'Italia e la questione indipendenza

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Genocidio, il tabù della parola di Giuseppe Giannini Genocidio, il tabù della parola

Genocidio, il tabù della parola

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo di Paolo Arigotti La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti