Corte Costituzionale, eutanasia e l'ipocrisia di molti "liberal" a giorni alterni

Corte Costituzionale, eutanasia e l'ipocrisia di molti "liberal" a giorni alterni

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Corte Costituzionale ha respinto il referendum sull’eutanasia.

In una nota ha fatto sapere che in caso di approvazione la legge non avrebbe assicurato «la tutela minima costituzionalmente necessaria della vita umana».

Mi aspetto una vagonata di post scandalizzati perché il diritto di decidere del proprio corpo è fondamentale per le "forze progressiste", che privilegiano i diritti civili rispetto ai diritti socioeconomici, cercando di nascondere che un diritto civile è vuoto, se non ci sono le condizioni economiche e sociali per esercitarlo.

A farlo saranno le stesse persone, gli stessi partiti, che negano la libertà di decidere del proprio corpo attraverso la costrizione liberticida del green pass rafforzato e, da oggi, con l'obbligo vaccinale per tutti i cittadini over 50, che resteranno senza stipendio nel pieno di una crisi economica e sociale che segnerà un'epoca.

A farlo saranno gli stessi partiti che negano ai cittadini italiani la possibilità di lavorare, di socializzare, di praticare uno sport, di VIVERE, senza essere discriminati, criminalizzati, solo perché chiedono di esercitare il diritto di autodeterminazione sul proprio corpo.

A differenza del fine vita, il lasciapassare non è una scelta da uomini liberi.

È un ricatto. Come diceva Pertini, "Si può considerare veramente libero un uomo che ha fame, che è nella miseria, che non ha lavoro, che è umiliato perché non sa come mantenere i suoi figli e educarli? Questo non è un uomo libero.”

Agata Iacono

Agata Iacono

Sociologa, antropologa, giornalista certificata Wrep Blockchain

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia di Antonio Di Siena Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Torna a salire la tensione tra Grecia e Turchia

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti