Crimine di guerra dei nazisti ucraini a Donetsk. Almeno 20 morti e "non una riga dei media della NATOstan"

Crimine di guerra dei nazisti ucraini a Donetsk. Almeno 20 morti e "non una riga dei media della NATOstan"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

"Un attacco missilistico tattico Tochka-U nel centro di Donetsk lunedì ha ucciso 20 civili e ferito 28 persone, compresi bambini". Lo ha dichiarato il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov lunedì.

Come l'AntiDiplomatico vi abbiamo dato la notizia poco dopo la denuncia da parte del reporter italiano Rangeloni. Un altro fotoreporter italiano presente in Donbass,  Giorgio Bianchi, ha ricostruito il tutto con un reportage a cui vi rimandiamo. Come scelta redazionale preferiamo non mostrare le immagini emotivamente devastanti e le sconsgliamo alle persone particolarmente sensibili.

Il leader della Repubblica popolare di Donetsk, Denis Pushilin, ha riferito che le forze ucraine hanno lanciato un missile tattico Tochka-U che è stato abbattuto dai sistemi anti-missili altrimenti il computo delle vittime sarebbe stato molto più grave.

"L'uso di tali armi in una città dove non ci sono postazioni di fuoco delle forze armate, cioè l'attacco deliberato ai civili, è un crimine di guerra", ha proseguito Konashenkov. Secondo il portavoce del ministero della difesa russo, caricare la testata del missile con munizioni a grappolo mostra che lo scopo dell'attacco dei nazisti ucraini "era quello di uccidere il maggior numero possibile di civili". Il portavoce della difesa russo ha sottolineato come "tutto questo conferma ancora una volta il carattere nazista e antiumano dell'attuale regime al potere in Ucraina".

Il portavoce del Cremlino, Dmitri Peskov, ha affermato che i nazisti ucraini agiscono su consiglio dei paesi occidentali. "Le forze armate ucraine [...] sembrano agire con i suggerimenti e con la metodologia dei loro padroni d'oltremare", ha affermato.

Come sintetizza alla perfezione il noto giornalista Pepe Escobar su Twitter il crimine di guerra, l'ennesimo, dei nazisti ucraini smaschera per sempre i media filo Nato, italiani, in particolare. "I nazisti ucraini hanno lanciato un missile Tochka-U nel centro di Donetsk CONTRO CIVILI. Abbattutto da un sistema anti-missile, ma ha ucciso tutti coloro che si trovavano a un raggio di 500 metri. Al momento si contano 20 morti. Non una parola nei media dellaNATOstan".

 


Sono passate ore. E di questo crimine di guerra dei nazisti - che l'Italia ha deciso di armare - nessuna riga su Repubblica e simili. Vergognoso e complice il silenzio dell'Unione Europea. Fatevi delle domande, siate curiosi, e vedrete che le risposte arriveranno tutte da sole...

Il neoliberismo e l'idea di giustizia di Francesco Erspamer  Il neoliberismo e l'idea di giustizia

Il neoliberismo e l'idea di giustizia

La mediazione cinese, l'arroganza occidentale di Paolo Desogus La mediazione cinese, l'arroganza occidentale

La mediazione cinese, l'arroganza occidentale

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Il nonno di Elly Schlein e il nazionalismo ucraino di Alberto Fazolo Il nonno di Elly Schlein e il nazionalismo ucraino

Il nonno di Elly Schlein e il nazionalismo ucraino

La giunta PD di Bologna mette al bando la parola "patriota" di Antonio Di Siena La giunta PD di Bologna mette al bando la parola "patriota"

La giunta PD di Bologna mette al bando la parola "patriota"

La Costituzione è morta. Viva la Costituzione! di Gilberto Trombetta La Costituzione è morta. Viva la Costituzione!

La Costituzione è morta. Viva la Costituzione!

"Htilal". Ong, crimine iracheno e film censurati di Michelangelo Severgnini "Htilal". Ong, crimine iracheno e film censurati

"Htilal". Ong, crimine iracheno e film censurati

La "guerra al salario" e l'ammissione della BCE di Pasquale Cicalese La "guerra al salario" e l'ammissione della BCE

La "guerra al salario" e l'ammissione della BCE

Giacarta può essere sconfitta? di Federico Greco Giacarta può essere sconfitta?

Giacarta può essere sconfitta?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Scuola: 3 giorni di sciopero... ma in California! di  Leo Essen Scuola: 3 giorni di sciopero... ma in California!

Scuola: 3 giorni di sciopero... ma in California!

La Cgil dal consociativismo al governismo di Paolo Pioppi La Cgil dal consociativismo al governismo

La Cgil dal consociativismo al governismo

Nicolai Lilin: Putin e il grande conflitto in Ucraina di Damiano Mazzotti Nicolai Lilin: Putin e il grande conflitto in Ucraina

Nicolai Lilin: Putin e il grande conflitto in Ucraina