World Affairs/Damasco: Se Gli USA vogliono sostenere Israele perché non gli con...

Damasco: Se Gli USA vogliono sostenere Israele perché non gli consegnano la Carolina del Nord e del Sud?

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.

Il rappresentante permanente della Siria alle Nazioni Unite, Bashar al-Jaafari, ha proposto a Washington di dare a Israele "un paio dei suoi stati".


Durante la sessione di emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite (UNSC), convocato dalla Siria per discutere della situazione nelle alture del Golan in seguito alla proclamazione illegale del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, Al-Jafari ha suggerito  agli Stati Uniti di concedere due dei suoi stati al regime israeliano.
 
"Gli potete dare loro la Carolina del Nord e del Sud, ad esempio, perché no? La Carolina del Sud è un grande pezzo di terra (...) Quindi, date a Israele un paio di stati se questa amministrazione vuole davvero sostenere il regime israeliano", ha dichiarato Al-Jaafari durante la riunione del Consiglio di sicurezza dell'ONU.
 
Il diplomatico siriano si è rivolto al rappresentante israeliano in Consiglio e ha detto: "Invitiamo Israele a non prendere possesso di ciò che non gli appartiene perché lo vogliano o no, la regione tornerà alla Siria".
 
Nel Consiglio di sicurezza dell'ONU di ieri 14 membri su 15 hanno dichiarato a Tel Aviv che il suo comportamento è sbagliato, che l'annessione con la forza è una violazione della Carta e dei principi delle Nazioni Unite.
 
"La comunità internazionale non riconosce la sovranità israeliana in quel luogo e l'ONU sottolinea che lo status del Golan occupato si basa sulle risoluzioni del Consiglio di sicurezza (242, 1967 e 497, 1981) e tale posizione non è cambiata", si legge nella dichiarazione
 
Dopo l'annuncio, il rappresentante permanente siriano ha affermato che la comunità internazionale "ha schiaffeggiato duramente" il regime di Tel Aviv.
 
"Damasco elogia la posizione internazionale contro la dichiarazione di Trump di riconoscere la sovranità israeliana (rispetto al Golan)", ha sottolineato Al-Jaafari, aggiungendo che le posizioni dei paesi di fronte all'opinione pubblica mondiale mostrano quanto isolati siano gli americani e gli israeliani che minacciano la pace e la sicurezza nel mondo.
 
L'ambasciatore siriano ha evidenziato che le azioni di Washington vanno contro i suoi obblighi e impegni ai sensi della Carta delle Nazioni Unite e del diritto internazionale, ma "chi renderà conto a questo governo per le sue numerose violazioni?" Al-Jaafari.
 
La misura dell'inquilino della Casa Bianca è stata condannata dall'Unione europea (UE), dalla Lega araba (LA) e dai governi di molti paesi, compresi quelli di Russia, Iran, Turchia, Palestina, Cina.
 
Fonte: ONU
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa