"E' il mio ultimo concerto". La protesta del violoncellista Mauro Valli contro il Green Pass

"E' il mio ultimo concerto". La protesta del violoncellista Mauro Valli contro il Green Pass

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Nella Bologna "Città creativa della musica Unesco" sono molte le esibizioni di grandi musicisti. Tra questi, il violoncellista Mauro Valli, molto noto per essere uno dei fondatori del gruppo barocco Accademia Bizantina e conosciuto viticoltore. Ieri sera Valli al termine della sua performance in Sala Biagi per l’Associazione Conoscere la Musica ha annunciato dal palco che quello appena terminato era «il suo ultimo concerto con le attuali regole che obbligano all’uso del Green pass e che rappresentano un vero e proprio ricatto. Un attacco alla democrazia».

Dal pubblico in sala applausi ma anche proteste. «È una vergogna! Ci sono state migliaia di morti. Un pò di rispetto», hanno gridato alcuni spettatori presi di sorpresa in un contesto di nicchia totalmente avulso dai drammi che si vivono nel quotidiano.

All’ANSA, il presidente dell’Associazione concertistica, Roberto Iovine, medico, docente universitario e da poche settimane eletto al Consiglio comunale di Bologna nelle liste del centrosinistra, ha dichiarato: «Ci è stato teso un agguato. Nessuno ci aveva avvertito che avrebbe fatto un comizio». 

Il musicista Valli sostiene invece che, "essendo in una democrazia mi sono sentito libero di esprimere la mia opinione."

Alla fine del concerto, fuori dalla Sala Biagi, in pieno centro, si è radunata una folla solidale col il famoso e amato musicista. 

Valli ha anche lanciato sui social un tam tam per un concerto improvvisato in strada.

Così recitava la presentazione del concerto:


"Gentili Amici, ci ritroveremo di nuovo per i Concerti d'Autunno di Conoscere la Musica Giovedì 18 NOVEMBRE alle ore 20,30 in Sala Marco Biagi presso il Quartiere Santo Stefano, via Santo Stefano n. 119 - Bologna.
Abbiamo il piacere di riavere con noi il violoncellista MAURO VALLI, docente di Musica da Camera al Conservatorio di Bologna, concertista che da circa 30 si dedica alla musica antica, collaborando con alcuni fra i più rinomati specialisti al mondo.
Valli propone un magnifico programma per violoncello barocco (suonerà uno strumento del 1740) e violoncello piccolo, le Suites di Bach e i Ricercari di Gabrielli.
Il concerto è in collaborazione con il Quartiere Santo Stefano e l'Associazione "Musica e Arte".
E' sempre possibile prenotare, per avere il posto assicurato: la capienza è di 100 posti. I biglietti si ritireranno e pagheranno la sera del concerto. La Biglietteria verrà aperta alle ore 19,45 e sarà obbligatorio esibire il green pass"

Quindi, arriva la postilla sulla pagina del Professor Valli:

"Segnaliamo che questa sera a Bologna, dopo il concerto alla Sala Biagi in via Santo Stefano 119 (ingresso in sala solo con Gp), il violoncellista Mauro Valli, in segno di protesta, farà una breve performance per il pubblico no green pass. Post-concerto all'esterno in via Santo Stefano previsto grosso modo per le 21:45-22:00.

 

La performance è diventata "virale"

Agata Iacono

Agata Iacono

Sociologa e antropologa

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti