Erdogan accusa Israele di voler allargare il conflitto

Erdogan accusa Israele di voler allargare il conflitto

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha accusato Israele di voler allargare la geografia del suo conflitto con la Palestina all'intera regione.

"Quello che è successo alla fine della scorsa settimana deriva dai due pesi e due misure dell'Occidente e dimostra che una guerra più grande nella regione è abbastanza probabile. Israele sta compiendo azioni provocatorie nel tentativo di estendere il conflitto all'intera regione. L'attacco all'ambasciata iraniana a Damasco, condotto in violazione del diritto internazionale, è stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso", ha dichiarato alle televisioni locali dopo una riunione di gabinetto, secondo quanto riportato dll'agenzia TASS.

Ha sottolineato che è necessario identificare la radice del problema nella regione "piuttosto che giudicare solo da ciò che è accaduto la notte del 13 aprile", quando l'Iran ha condotto la sua operazione contro Israele. "Nessuno ha parlato dopo l'attacco all'ambasciata iraniana, tranne alcuni Paesi. Ma è iniziata subito una corsa all'accusa di ritorsione da parte dell'Iran. Ma prima di tutto è necessario incolpare [il primo ministro israeliano Benjamin] Netanyahu che ha ucciso 34.000 persone innocenti a Gaza. Netanyahu e la sua amministrazione cannibale sono i responsabili di quanto accaduto il 13 aprile", ha sottolineato Erdogan.

Ha definito le azioni di Israele a Gaza un genocidio e ha affermato che l'unico modo per allentare la tensione nella regione è quello di fermarla.

Ha sottolineato che la Turchia è stato il primo Paese a imporre restrizioni alle esportazioni verso Israele. "Molto prima degli attuali sviluppi con le uccisioni di massa, la Turchia ha vietato la vendita a Israele di qualsiasi materiale che possa essere utilizzato per scopi militari".

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici? di Paolo Arigotti La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti