Ex analista CIA: "L'intelligence turca usò gas sarin per provocare una guerra in Siria"

Ex analista CIA: "L'intelligence turca usò gas sarin per provocare una guerra in Siria"

L'ex analista della CIA, Ray McGovern, ha confermato l'impiego di sarin da parte dell'intelligence turca al fine di sbarazzarsi del presidente siriano Bashar al-Assad.

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


"Sebbene gli attacchi con il sarin sono stati attribuiti pubblicamente ad Al-Asad, sono stati effettivamente commessi dall'intelligence turca per provocare una guerra, facendo apparire che il governo siriano avesse attraversato la 'linea rossa' di Obama", ha spiegato McGovern.


 
In un'intervista all'agenzia di stampa russa Sputnik, si osserva che, come prova della "ipocrisia" della Turchia, si deve riconoscere che il gas sarin utilizzato in questi attacchi "era artigianale" e non il tipo che possedeva l'esercito siriano.
 
"Tra cinque e le otto persone sono state catturate mentre contrabbandavano queste sostanze chimiche in Siria dalla Turchia. Sono stati coinvolti, sono stati accusati, e stavano per comparire in tribunale, quando un alto funzionario di Ankara ha detto 'No, no, la giustizia deve lasciare liberi questi ragazzi di tornare in Siria", ha raccontato McGovern.
 
Secondo l'ex analista CIA, "i turchi hanno odiato Bashar al-Assad per molti, molti anni. Vorrebbero sbarazzarsi di lui""
 
Sotto il mandato del presidente turco Recep Tayyip Erdogan, mette in evidenza, il governo di Ankara "mostra tutte le volte di essere molto indifferente nel farsi coinvolgere in una guerra iniziata tra NATO e la Russia."
 
A questo proposito, si fa riferimento agli sforzi statunitensi per isolare la Russia e per accentuare la sua influenza in Europa orientale, e in Ucraina, in particolare.
 
Il 21 agosto 2013, 1429 civili, tra cui più di 300 bambini, sono stati uccisi con gas sarin, nella regione del Ghouta, nella periferia di Damasco (sud-ovest).
 
Gli Stati Uniti ed i loro alleati occidentali approfittarono della situazione per fare pressione sul presidente siriano e stavano per invadere il paese arabo, mentre i media a favore dell'opposizione siriana accusavano il governo di Damasco della responsabilità per l'attacco.
 
Tuttavia, il governo siriano ha respinto queste accuse e Damasco, a settembre 2013, ha deciso di distruggere tutto il suo arsenale di armi chimiche nell'ambito di un accordo negoziato tra gli Stati Uniti e la Russia.
 
L'Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) ha dichiarato che il 99,6% delle scorte dichiarate di sarin è stato distrutto da Damasco.

Potrebbe anche interessarti

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

8 miliardi dalla Meloni a Tripoli per finanziare migrazione e terrorismo di Michelangelo Severgnini 8 miliardi dalla Meloni a Tripoli per finanziare migrazione e terrorismo

8 miliardi dalla Meloni a Tripoli per finanziare migrazione e terrorismo

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente