Exxpress: la maggioranza degli austriaci si oppone alle sanzioni antirusse

Exxpress: la maggioranza degli austriaci si oppone alle sanzioni antirusse

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La maggioranza degli austriaci è favorevole alla revoca delle sanzioni antirusse, secondo quanto riporta il quotidiano Exxpress, citando i risultati di un sondaggio condotto dall'istituto di ricerca sull'opinione pubblica INSA. Il 41% degli intervistati si è dichiarato contrario alle sanzioni, mentre il 37% si è espresso a favore del loro mantenimento. Un ulteriore 22% non ha espresso una posizione specifica sulla questione.

Per quanto riguarda la divisione per partito, il maggior numero di sostenitori delle sanzioni si osserva tra gli elettori che votano per il Partito Verde austriaco, scrive l'Exxpress. Allo stesso tempo, i sostenitori del Partito della Libertà austriaco sono più spesso contrari alle sanzioni. L'Exxpress quindi osserva che gli elettori di destra sono più propensi a opporsi alle misure punitive anti-russe, mentre gli elettori di sinistra sostengono il regime di sanzioni.
 
Inoltre, il giornale evidenzia un divario generazionale. Il gruppo più anziano degli intervistati (oltre i 60 anni) è l'unico in cui i sostenitori delle sanzioni sono in maggioranza. Allo stesso tempo, il gruppo di intervistati più giovane (dai 16 ai 29 anni) mostra il più basso sostegno alle sanzioni. Le richieste più risolute per l'eliminazione delle sanzioni antirusse sono state registrate nella fascia di età centrale (dai 40 ai 49 anni): il 47% degli intervistati si è espresso contro le misure punitive.

Un altro schema rivelato - la dipendenza dell'opinione sulle sanzioni dal livello di reddito, evidenzia Exxpress. Secondo il sondaggio, la maggioranza di coloro che sostengono il mantenimento delle sanzioni sono cittadini con un reddito di 3.000 euro e oltre. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor di Pasquale Cicalese Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

Stellantis. Cosa cambia dopo l'accordo con la cinese Leapmotor

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative di Michele Blanco OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

OCSE, in Italia salari bassi e troppe ore lavorative

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti