"Forse è stata la figlia inconsapevolmente". La fake news "sulla spia russa uccisa da Putin" si sgonfia in modo grottesco

"Forse è stata la figlia inconsapevolmente". La fake news "sulla spia russa uccisa da Putin" si sgonfia in modo grottesco

Da Repubblica: “Forse è stata Yulia a portare inconsapevolmente a Salisbury il gas che ha messo suo padre e lei stessa in fin di vita"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Si tinge di grottesco la storia di Serghei Skripal, ex spia russa al soldo del MI6 “fatto avvelenare con il Sarin da Putin”. Ora, mentre nessun giornalista riesce ad intervistare qualcuno dei fantomatici “21 intossicati dal gas sarin", esce fuori (e lo rivela il Times) che Yulia, la figlia di Skripal, era appena tornata da una vacanza in Russia. Una notizia che si direbbe escluda la responsabilità dei russi che, con la figlia da loro, avrebbero avuto sistemi certamente più efficaci del Sarin per ricattare il padre e che rafforza l’ipotesi (da noi evidenziata in questo articolo) che ad avvelenare (non mortalmente) Skripal e la figlia siano stati i servizi inglesi per costringerlo a rispettare i patti che gli avevano garantito il rifugio in Gran Bretagna.


Cerca di parare il colpo Repubblica che propone una spy story di quart’ordine: “Forse è stata Yulia a portare inconsapevolmente a Salisbury il gas che ha messo suo padre e lei stessa in fin di vita …. (La figlia) avrebbe infatti messo in valigia “un dono di amici”, affermano le indiscrezioni. Non si sa di che cosa si tratta. Ma potrebbe essere un cibo di cui Sergej è notoriamente ghiotto o magari una bottiglia della sua vodka preferita: nell’uno o nell’altro, i killer avrebbero potuto nascondere qualche milligrammo della sostanza per ucciderlo. L’ha mangiata o bevuta anche la figlia? E’ così che anche lei è stata messa in coma? Sono tutti elementi da chiarire. E’ anche possibile che il gas sia stato somministrato in altro modo, ad esempio con uno spray, forse celato in un profumo.”





Intanto, mentre si sgonfia la teoria del gas nervino (nessun sintomo sul medico dell’ospedale che, senza alcuna protezione, ha soccorso Serghei Skripal e la figlia) viene sigillato Zizzi, il ristorante italiano (sic!) a Salisbury dove Skripal e la figlia erano andati a mangiare prima di sentirsi male. Ma a risollevare gli animi bellicosi provvede il governo inglese che manda 140 soldati in tuta NBC a fare scena a Salisbury e, soprattutto, Euronews (finanziata dall’Unione Europea) che intervista nientedimeno Mario Scaramella: ad avvelenare Skripal e la figlia è stato il GRU, il servizio segreto di Putin; del resto “i disertori vengono arsi vivi dal GRU davanti agli occhi dei cadetti”. Cadetti. Cioè, ogni anno a Mosca bruciano vivi i disertori.


Quasi quasi era più credibile la bufalissima del “Sarin usato dai sicari di Kim Jong-un per uccidere il fratellastro”

 

Francesco Santoianni

 

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo di Geraldina Colotti Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario di Michele Blanco Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti