World Affairs/Gli USA provano il Project Convergence: simulazione di guerra con...

Gli USA provano il Project Convergence: simulazione di guerra contro Russia e Cina

 

l'AntiDiplomatico ha bisogno del tuo aiuto. Una tua piccola donazione può essere vitale per la nostra battaglia di informazione.


L'esercito statunitense ha compiuto un ulteriore passo nel cosiddetto Convergence Project for a War of the Future, effettuando questo mese nel deserto di Yuma (Arizona), una vera e propria esercitazione di combattimento contro presunte truppe russe e cinesi dove hanno partecipato gruppi di aerei pilotati e droni, riferisce DefenseNews .
 
Come è chiaro dal nome del progetto, l'esercito ha praticato la tattica di "convergere", rapidamente e continuamente, gli sforzi in tutti i domini: aria, terra, mare o cyberspazio, per superare i suoi potenziali nemici - Russia e Cina. - nei campi di battaglia di ipotetici conflitti armati. Lo ha sottolineato il generale di brigata Wally Rugen, responsabile di questo progetto di modernizzazione dell'esercito.
 
"Questi sforzi combinano le armi del futuro e le opportunità previste per l'uso sul campo di battaglia negli anni '30, contro avversari come Russia e Cina", ha spiegato Rugen a DefenseNews.
 
Project Convergence si concentra sulla conduzione di guerre incentrate sulla rete, in cui tutti i dati vengono raggruppati in "nuvole di comando", fornendo ai comandanti sul campo di battaglia le capacità per prendere decisioni rapide.
 
Uno degli obiettivi scelti da distruggere nell'ambito delle pratiche del Progetto Convergenza era un analogo del sistema antiaereo russo Pantsir.
 
Il sistema missilistico antiaereo russo Pantsir - noto anche come SA-22 Greyhound, il nome dato dalla NATO - è progettato per difendere le truppe e le strutture contro aerei d'attacco, elicotteri, missili da crociera, bombe intelligenti e droni.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa