Il conflitto israelo-palestinese e la televisione italiana

Il conflitto israelo-palestinese e la televisione italiana

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Alessandro Orsini*


Il problema del conflitto israelo-palestinese per la televisione italiana è il problema di trovare una giustificazione morale all'occupazione israeliana dei territori palestinesi. Oggi la giustificazione è l'attacco di Hamas del 7 ottobre; ieri era qualcos'altro. Il finale è che Israele non restitusice mai le terre ai palestinesi che occupa illegalmente.

Con o senza l'attacco di Hamas, Israele non restituirà le terre ai palestinesi perché non vuole restituirle.

Se Gaza fosse governata da un movimento francescano, Israele terrebbe le terre dei palestinesi per sé dicendo che la chiesa cattolica ha perseguitato gli ebrei nei secoli passati e questo pone una minaccia alla sicurezza d'Israele perché la chiesa cattolica potrebbe riprendere le persecuzioni.

Se Gaza fosse governata da un gruppo di ebrei, Israele terrebbe le terre dei palestinesi per sé dicendo che esistono ebrei che odiano gli ebrei, come sostengono i coloni ebrei. Pertanto, Gaza potrebbe sempre sferrare un attacco per distruggere Israele, sebbene sia governata dagli ebrei. D'altra parte, gli ebrei si sono già ammazzati tra di loro ai tempi dello scontro tra gli ebrei dell'Irgun e quelli di Haganah. Non potrebbe accadere di nuovo?

Ecco, la televisione italiana serve a questo, a creare consenso intorno all'occupazione delle terre dei palestinesi. Ogni tanto qualche voce critica si leva per indurre alla ragione, ma viene presto criminalizzata. I media italiani sono corrotti? Certo, sono corrotti fino al collo. I palestinesi riavranno le loro terre? Israele cesserà di sparare in testa ai bambini palestinesi, come ha fatto il 5 giugno 2023 con il bimbo di due anni Mohammed Haitham al-Tamimi? No, non smetterà.

A noi professori delle università italiane viene chiesto di usare la cultura per giustificare i proiettili d'Israele nella testa dei bambini palestinesi. E ci sono enormi ricompense per i professori universitari che trovano una giustificazione morale ai fori d'entrata in quei piccoli crani.

Si può dire che fa profondamente schifo? Si parla tanto di valori. Ecco i miei valori: la cultura come strumento di liberazione da ogni forma di oppressione. 

*Post Facebook del 2 novembre 2023

Il macronismo apre le porte all'estrema destra di Paolo Desogus Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Il macronismo apre le porte all'estrema destra

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo di Geraldina Colotti Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

Da Madrid, l’Internazionale nera contro il socialismo

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario di Michele Blanco Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti