Siria e dintorni/La cosiddetta 'Amministrazione autonoma curda' cerca di riprender...

La cosiddetta 'Amministrazione autonoma curda' cerca di riprendere il dialogo con Damasco

 

L'autoproclamata 'amministrazione autonoma curda' vuole tornare ai negoziati con le autorità siriane sul governo nel nord-est della Siria


L'autoproclamata 'amministrazione autonoma curda' cerca di "avviare il dialogo e i negoziati per raggiungere qualche forma di potere e governo in Siria, in generale, e in quella regione, in particolare", ha dichiarato a Sputnik il copresidente del consiglio esecutivo dell'amministrazione curda,Talaat Yunis
 
Secondo il rappresentante curdo, una decisione democratica e il dialogo siriano garantiscono la soluzione della crisi.

 
"Tutti gli aspetti economici e politici possono essere decisi e concordati nel quadro di seri negoziati tra l'amministrazione [curda] e le autorità siriane, la Russia e altre parti che possono svolgere un ruolo nel lavoro per impegnarsi nel dialogo", ha affermato.
 
Yunis ha anche assicurato che i curdi non cercano di dividere il paese, ma di unirlo.
 
"Tutte le questioni sono decise nel quadro dell'unità e del regime decentralizzato ed è possibile raggiungere un accordo e formulare decisioni", ha spiegato Yunis.
 
Ha anche osservato che l'autoproclamata amministrazione curda non si oppone al fatto che l'esercito siriano protegge i confini con la Turchia.
 
Notizia del:
Notizia del:
 
Copyright L'Antiplomatico 2013 all rights reserved - Privacy Policy Change privacy settings
L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa