La sinistra, quella vera. Corbyn e Mélenchon contro il golpe in Venezuela

La sinistra, quella vera. Corbyn e Mélenchon contro il golpe in Venezuela

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

«Il futuro del Venezuela è una questione dei venezuelani. La richiesta di ulteriori sanzioni contro il Venezuela avanzata dal ministro degli esteri del Regno Unito Jeremy Hunt è sbagliata». Il leader del partito laburista del Regno Unito, Jeremy Corbyn, ha condannato la posizione assunta dal governo britannico in riferimento al golpe ordito da USA e opposizione venezuelana contro il legittimo governo di Nicolas Maduro. 

 

«Ci opponiamo alle interferenze esterne in Venezuela, sia dagli Stati Uniti che da qualsiasi altra parte. C'è bisogno di un dialogo e di un accordo negoziato per superare la crisi».

 

Ha inoltre aggiunto Corbyn che negli anni ha sempre mantenuto una posizione di non-intervento in politica estera, ed è noto per essere un attivista contro la guerra sin dai suoi primi anni in politica e movimenti sociali. 

 

Sulla stessa lunghezza d’onda troviamo sintonizzato Jean-Luc Melenchon. Il leader de ‘La France Insoumise’ ha dichiarato di aver trovato «nauseante il voto del Parlamento Europeo che riconosce il presidente golpista in Venezuela. Subito dopo Maduro ha accettato le elezioni parlamentari. L’Europa sta spingendo per la guerra civile». 

Potrebbe anche interessarti

Quando Mario Monti parla di "sacrifici".... di Fabrizio Verde Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

Quando Mario Monti parla di "sacrifici"....

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Quando il bonus è un malus di Giuseppe Giannini Quando il bonus è un malus

Quando il bonus è un malus

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?) di Gilberto Trombetta Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Il Piano Mattei (o di quelli che lo hanno ucciso?)

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario di Andrea Puccio Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

Il Premio Pullitzer e il mondo al contrario

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici? di Paolo Arigotti La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

La Siberia al centro di nuovi equilibri geopolitici?

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti