Lo Slai Cobas denuncia la strategia di Stellantis per la crisi energetica: Inverno al gelo per gli operai

Lo Slai Cobas denuncia la strategia di Stellantis per la crisi energetica: Inverno al gelo per gli operai

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Non è stata necessaria usare chissà quale strategia di fronte all’emergenza energetica e al caro bollette, con il pragmatismo Fiat, nonostante la fusione con Peugeot, le cose non cambiano con Stellantis. Scarseggiano gli idrocarburi per le sanzioni alla Russia con il conseguente rincaro delle bollette? La soluzione è semplice: Spegnere i termosifoni e dare maglie in pile ai lavoratori di Pomigliano. Una strategia da mega ditta fantozziana.

Come ha riferito oggi lo Slai cobas - Coordinamento provinciale di Napoli, sono rimasti “increduli gli operai che, recatisi al lavoro stamattina all’alba sul primo turno in Stellantis Pomigliano, hanno trovato i climatizzatori dei reparti spenti con la consegna da parte dei capisquadra di rimediate magliette in pile quale unica tutela dal freddo pungente delle temperature ormai invernali.”

I sindacati confederali, vista l’emergenza con l’inagibilità dei reparti, si sono mobilitati attuando, ironia della sorte, la cosiddetta “procedura di raffreddamento”. Tale procedura, nata per prevenire conflittualità in fabbrica, prevista dal CCSL 2019/2022 (Contratto Collettivo Specifico di Lavoro), ha dei passaggi così lunghi, che probabilmente per un incontro con l’azienda si arriverà alla prossima primavera, se non si muore di freddo prima.

Infatti, come ha spiegato Mara Malavenda, ex parlamentare dello Slai Cobas e attualmente facente parte dell’esecutivo nazionale del sindacato di base, “certo è che, con la non casuale tempistica da ‘calende greche’ prevista dal contratto - e già in applicazione alla Stellantis di Melfi con gli operai costretti da qualche settimana a lavorare al gelo - e se tutto andrà bene, i lavoratori potranno tutelarsi dal freddo forse tra un anno magari in occasione dell’inverno 2023/24”.

Malavenda precisa che “praticamente, per far risparmiare l’azienda, stanno prospettando un inverno al gelo per gli operai degli Stabilimenti Stellantis in Italia contando inoltre sulla oggettiva ed inquietante latitanza degli enti istituzionali preposti alla tutela della salute e della vita dei lavoratori”.

L’ex parlamentare ricorda che le” istituzioni preposte che, in conseguenza dei mancati controlli sollecitati da mesi dai sindacati, incorrono, a nostro parere, in evidenti e reiterate ipotesi di reato per omissione di atto di ufficio. Su tali gravi vicende è in preparazione un dossier di Slai cobas ed ognuno dovrà assumersi, per quanto di competenza, ogni responsabilità, dagli enti ispettivi a quelli preposti per l’accertamento delle ipotesi di reato alla negligenza delle RLS”.

Insomma, ecco cosa comporta il servilismo dei nostri governi agli Stati Uniti d’America. Invece, di promuovere la pace per il conflitto in Ucraina, si continuano ad inviare armi, si procede sulla strada delle sanzioni per bloccare ogni rifornimento di petrolio e gas dalla Russia, ed i risultati sono quelli che si vedono alla Stellantis di Pomigliano e Melfi e come si vedranno in altri luoghi di lavoro, negli ospedali, nelle scuole, nelle case di milioni di europei.

Fino a quando saremo disposti a morire per Washington?

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti